QR code per la pagina originale

Nessuna novità dall’evento Google di New York

L'evento dedicato a Google Play è andato in scena a NY, ma senza la presentazione dello smartphone Nexus 5 o del sistema operativo Android 4.4 KitKat.

,

Tanta attesa per nulla. Nel corso dell’evento di bigG andato in scena nella notte a New York (alle 01:00 ora italiana) non sono state presentate novità: niente Nexus 5 e niente Android 4.4 KitKat. Sulle pagine della stampa specializzata non è trapelato alcunché e solo l’account ufficiale di Google Play su Twitter ha pubblicato alcune immagini, allegate a fondo articolo. Per conoscere le prossime evoluzioni della piattaforma mobile o vedere da vicino il nuovo smartphone sarà dunque necessario attendere qualche altro giorno.

Allora perché tutto il clamore dei giorni scorsi? La risposta è fornita su Reddit da un intervento di Russel Holly, il blogger che per primo ha parlato di una possibile presentazione del telefono e dell’update al sistema operativo. Per sintetizzare, si è trattato di un’incomprensione con il team di Google che ha diramato gli inviti. L’intenzione del gruppo è stata fin dall’inizio quella di organizzare un evento privato, non aperto alla stampa e non trasmesso in streaming, ma l’hype e il coinvolgimento della band Capital Cities hanno tratto in inganno.

Ok, ragazzi. Sono il blogger di Geek.com che ha provocato tutta questa confusione. Questa sera non succederà nulla. Non si sarà lo streaming live, nessuna conferenza per la stampa, niente. Nessuno salirà sul palco con un misterioso dispositivo in tasca e a nessuno sarà dato un Nexus 5 o Nexus 10 per le recensioni. Il team di Google Play non ha gradito come mi sono comportato dopo aver ricevuto l’invito e mi ha chiesto di non parlarne pubblicamente, senza aggiungere altro. Ho provocato loro molti grattacapi nell’ultima settimana. È stato un errore nella comunicazione.

Il lancio dello smartphone Nexus 5 e la presentazione della piattaforma Android 4.4 KitKat sono però solamente rimandati. Ieri si è parlato di un debutto per entrambi intorno alla metà di novembre, posticipato in seguito all’insorgere di alcuni problemi tra Google e LG, in particolare relativi alla commercializzazione del modello LG G Flex con display curvo.