QR code per la pagina originale

Sul Tamigi con Street View

Anche il Tamigi è stato immortalato dal team di Google e caricato su Street View: basta un click per navigare sulle acque del fiume che attraversa Londra.

,

Anche il Tamigi finisce su Street View. Il team di Google (in collaborazione con la Port of London Authority), ha scattato immagini panoramiche a 360 gradi percorrendo il fiume londinese, per poi caricarle sulla piattaforma e metterla a disposizione di tutti. Basta dunque un click (o un tap per chi utilizza smartphone e tablet) per iniziare a navigare sull’affascinante e suggestivo corso d’acqua che attraversa la capitale britannica.

Si tratta a tutti gli effetti del primo fiume europeo a ricevere un trattamento di questo tipo. Le fotografie sono state realizzate con il Trekker, una particolare attrezzatura che consiste in uno zaino da 18 Kg contenente 15 obiettivi e un software in grado di assemblare le immagini, utile per immortalare quei luoghi in cui l’accesso delle Google Car sarebbe problematico. Solitamente viene utilizzato in montagna, in luoghi remoti, oppure in zone che presentano strade o vie troppo strette non consentendo il passaggio di un’automobile.

Immagini panoramiche a 360 gradi per navigare sulle acque del Tamigi con Google Street View

Immagini panoramiche a 360 gradi per navigare sulle acque del Tamigi con Google Street View

Il Tamigi è un fiume che i londinesi come me e i turisti adorano navigare. Inoltre, offre un punto di vista incredibile e inusuale sulla città. Siamo felici di poter collaborare con PLA in modo da consentire agli utenti di tutto il mondo di sperimentare un viaggio sul Tamigi con Street View.

Queste le parole di Ed Parsons, geospatial technologist impegnato presso Google UK, affiancato nell’impresa dall’esperto di idrografia John Pinder. Il Tamigi si aggiunge dunque alle numerose altre mete turistiche già ospitate nell’archivio di Street View, come le isole Galapagos con la loro incredibile varietà di specie animali, la cima innevata del Monte Fuji in Giappone, quelle di Everest e Kilimangiaro, il cratere meteoritico nel deserto dell’Arizona e il suggestivo Grand Canyon.

Fonte: The Telegraph • Notizie su: