QR code per la pagina originale

Firefox 26 Beta, nuova home su Android

La versione beta del browser Mozilla introduce una nuova interfaccia su Android e disattiva tutti i plugin su Windows, Mac e Linux.

,

Mozilla ha annunciato la disponibilità delle versioni beta di Firefox 26 per desktop e dispositivi mobile. Il browser per Android offre ora un’esperienza di navigazione più semplice, grazie al design rinnovato che permette di accedere velocemente alle sezioni più utilizzate, tra cui quella dei siti preferiti. Su Windows, Mac e Linux invece è stata inserita la funzionalità Click to Play che consente l’attivazione manuale dei plugin.

Da sempre Firefox offre vari modi per navigare sul web. Firefox Home permette di accedere alle miniature dei siti preferiti (Top Sites), mentre la schermata Search aiuta l’utente nella ricerca dei segnalibri e della cronologia. Per migliorare l’usabilità di queste feature, Mozilla ha deciso di creare un’interfaccia unificata con quattro schede (Top Sites, History, Bookmarks e Reading List). I pannelli possono essere aperti con un tap oppure visualizzati con un semplice swipe orizzontale.

Firefox Home viene mostrata all’avvio dell’applicazione, quando l’utente apre una nuova scheda o tocca la barra degli indirizzi. La seconda novità inclusa in Firefox 26 Beta per Android è la possibilità di impostare Bing e Yahoo come motori di ricerca nelle preferenze. L’opzione è disponibile sono negli Stati Uniti, in Canada e in Francia. Migliorate infine le prestazioni su alcuni dispositivi con chip Nvidia.

La principale novità integrata in Firefox 26 Beta per Windows, OS X e Linux riguarda la sicurezza. Dato che molti malware sfruttano le vulnerabilità dei plugin, Mozilla ha deciso di disattivare per default tutti i plugin, ad eccezione del Flash Player. La funzione Click to Play obbligherà l’utente ad attivare il plugin solo se necessario. Gli sviluppatori avranno a disposizione il nuovo tool App Manager per testare le app HTML5 su smartphone Firefox OS o tramite il simulatore.

Con questa versione sarà inoltre possibile installare gli aggiornamenti nella cartella del browser su Windows, senza i permessi di scrittura. Su Linux invece è stato aggiunto il supporto per il codec H.264, se i plugin gstreamer sono installati.

Fonte: Mozilla • Via: Mozilla • Notizie su: ,