QR code per la pagina originale

LG e Cisco creano un consorzio per le Smart Home

ABB, Bosch, Cisco e LG svilupperanno una piattaforma software standard che permetterà lo scambio di dati tra i diversi dispositivi presenti in casa.

,

ABB, Bosch, Cisco e LG hanno annunciato la nascita di un consorzio che porterà alla creazione di una piattaforma software comune per le Smart Home del futuro. Le quattro aziende hanno sottoscritto un accordo in base al quale promettono lo sviluppo di un’architettura aperta per lo scambio dei dati tra dispositivi, elettrodomestici e servizi di diversi produttori, indipendente dalle soluzioni di connettività e dai protocolli di comunicazione utilizzati. Gli utenti dovranno solo installare le applicazioni di controllo remoto su PC, tablet e smartphone.

Attualmente esistono numerosi standard che consentono di automatizzare determinate operazioni all’interno di una abitazione, ma non esiste un linguaggio comune per interfacciare le diverse tecnologie. Una piattaforma comune invece rappresenterà un primo passo verso l’Internet delle cose per la casa, dove gli oggetti fisici saranno interconnessi. Interruttori, tapparelle motorizzate, lavatrici, dispositivi multimediali, smartphone e tablet comunicheranno tra loro oppure si scambieranno informazioni attraverso Internet in modo standard.

La piattaforma software verrà offerta gratuitamente ai produttori, agli sviluppatori e ai fornitori di servizi, creando quindi un nuovo modello di business. Gli utenti non dovranno più scegliere tra diverse tecnologie. Gli elettrodomestici saranno collegati ad un home gateway, a sua volta connesso ad Internet per accedere ai vari servizi. Il consorzio rilascerà un certificato per garantire l’interoperabilità tra i prodotti immessi sul mercato. Una Smart Home sarà in grado di rilevare l’apertura di una finestra e combinare questa informazione con le previsioni del tempo. Se è prevista pioggia, la finestra verrà chiusa e le tapparelle abbassate. Se l’utente è in ferie, si potranno accendere le luci casualmente per scoraggiare i ladri oppure inviare uno stream video sullo smartphone, se il sensore di movimento rileva la presenza di una persona in casa.

La Smart Home immaginata da ABB, Bosch, Cisco e LG.

La Smart Home immaginata da ABB, Bosch, Cisco e LG.

La comunicazione tra gli elettrodomestici compatibili può avvenire utilizzando segnali radio (WiFi, ZigBee, ecc.) oppure connessioni su cavo, come KNX. Un’unità di controllo centrale gestisce tutti i dispositivi, creando anche un link sicuro ad Internet. Grazie alla piattaforma software open, gli sviluppatori potranno creare app per il controllo remoto, garantendo l’accesso solo alle persone autorizzate. Le aziende coinvolte nel progetto forniranno altre informazioni dopo l’approvazione del piano da parte delle autorità antitrust.