QR code per la pagina originale

Intel conferma l’acquisizione di Kno

La startup Kno è stata acquisita da Intel: il gruppo di Santa Clara punta sulla distribuzione di testi interattivi dedicati a insegnanti e studenti.

,

La nuova acquisizione portata a termine da Intel si chiama Kno. A molti il nome può suonare del tutto nuovo, ma si tratta di una startup fondata nel 2009, che dopo aver mosso i primi passi in ambito hardware ha spostato il focus del proprio business sulla realizzazione di software dedicati ai testi interattivi per gli studenti. Dell’affare si è parlato nei giorni scorsi con le prime indiscrezioni circolate in Rete, mentre oggi arriva la conferma ufficiale.

Il perché dell’interessamento a una simile realtà da parte di Intel è presto detto: innanzitutto il chipmaker di Santa Clara è tra coloro che hanno finanziato l’attività di Kno negli anni scorsi con oltre 20 milioni di dollari. In seconda battuta, l’azienda è fortemente interessata allo sviluppo di piattaforme e tecnologie legate al mondo dell’istruzione, come dimostra il recente lancio dei tablet Education 7 ed Education 10. Ecco quanto dichiarato da John Galvin, general manager di Intel Education.

L’acquisizione di Kno porta il catalogo di libri in formato digitale dell’azienda ad oltre 225.000 volumi destinati agli istituti superiori, grazie alla partnership con 75 editori. Inoltre, la piattaforma di Kno mette a disposizione di amministratori e insegnanti gli strumenti necessari per assegnare, gestire e monitorare contenuti e valutazioni. L’intenzione è quella di combinare la nostra esperienza con i contenuti di Kno, in modo da aiutare chi insegna a creare un ecosistema che possa risultare utile per gli studenti.

Al momento non sono stati resi noti i dettagli economici della transazione. È invece certo che l’intero team di Kno entrerà a far parte del personale Intel, ad eccezione del CEO e co-fondatore Osman Rashid. Il software messo a punto dalla startup è disponibile su iPad e tablet Android, oltre che su PC con sistema operativo Windows 7 e Windows 8.

Intel sembra dunque aver intenzione di sfruttare un ecosistema già ben collaudato per entrare in modo deciso nel mercato degli eBook interattivi, con un focus particolare a quelli per gli istituti educativi. Libri smart, dunque, che oltre a fornire una versione digitale dei testi aiutano il processo d’apprendimento mettendo a disposizione contenuti interattivi che sappiano risultare utili per chi insegna e stimolanti per chi studia.

Fonte: Intel • Notizie su: , ,