QR code per la pagina originale

Xbox One usa Kinect per Internet Explorer

La Xbox One permette di utilizzare Internet Explorer attraverso i comandi vocali e le gesture che verranno interpretati da Kinect.

,

Internet Explorer è stato integrato nella Xbox 360 circa un anno fa, ma con la Xbox One sarà possibile eseguire tutte le principali operazioni utilizzando gesture e comandi vocali. Grazie a Kinect, che interpreterà i movimenti delle mani e ascolterà la voce dell’utente, il browser offrirà un’esperienza di navigazione migliore rispetto a quella disponibile sulla precedente console. Il supporto per i moderni standard web e per il “secondo schermo” incrementerà ulteriormente il livello di interattività.

Uno dei tre sistemi operativi in esecuzione sulla Xbox One è basato sullo stesso codice di Windows 8, quindi le applicazioni possono sfruttare funzionalità analoghe a quelle presenti sul desktop, come pinning dei siti, schede multiple, blocco dei cookie, Do Not Track, SmartScreen, InPrivate Browsing e lo switch veloce tra giochi e browser, grazie al multitasking avanzato. A tutto ciò si aggiunge il supporto per HTML5 e CSS3, e alla nuova app Xbox SmartGlass, che permette non solo di navigare sulla Xbox One, ma anche di “muovere” i siti dalla TV ai dispositivi mobile Windows 8, Windows Phone, iOS e Android.

La novità più importante è la stretta integrazione con Kinect. Il sensore consente di navigare con le mani e con la voce. Per visualizzare tutti i comandi disponibili è sufficiente pronunciare la frase “Xbox, Select“, quando Internet Explorer è in esecuzione. L’utente può aprire un sito, cliccare sui link, accedere alla barra degli indirizzi, tornare indietro, aggiornare la pagina, aggiungere il sito ai preferiti, scorrere la pagina verso l’alto e verso il basso, senza muovere un dito.

Per muoversi all’interno di un sito basta allungare una mano. Kinect interpreta le gesture che permettono di sfogliare le pagine, effettuare zoom in e zoom out, cliccare su un link. Per usufruire al meglio di queste funzionalità, il sito deve essere progettato seguendo le linee guida di Microsoft. L’azienda di Redmond consiglia agli sviluppatori di aggiungere il supporto per diversi tipi di input, usare un layout adattativo, e HTML5 per audio e video. I comandi vocali funzionano alla perfezione se il testo non viene rappresentato sotto forma di immagini e se si evita l’uso di link duplicati. I siti progettati per l’interazione touch saranno già compatibili con le gesture, in quanto gli oggetti hanno dimensioni maggiori e la densità delle informazioni è ridotta. La Xbox One sarà nei negozi a partire dal 22 novembre.