QR code per la pagina originale

Xbox One e PS4, attenti alle truffe online

Con l'arrivo sul mercato delle nuove console di Sony e Microsoft, sono aumentati i tentativi di truffe e frodi online, sopratutto su Facebook.

,

L’arrivo sul mercato della PlayStation 4 e della Xbox One è stato un evento molto atteso non solo dai videogiocatori, ma anche dai cybercriminali. In questi giorni, infatti, proliferano siti web e pagine Facebook con le quali vengono messe in atto numerose truffe online. I malintenzionati approfittano dell’occasione per ingannare gli utenti con falsi sondaggi e lotterie. Gli unici premi che vengono assegnati ai malcapitati sono virus, malware e ransomware.

La PlayStation 4 è da pochi giorni disponibile per il pubblico nord americano e a fine mese arriverà anche in Europa, mentre da oggi è possibile acquistare la Xbox One. Novembre si conferma quindi un mese molto eccitante per tutti gli appassionati di videogame nel mondo, ma non solo. I cybercriminali non si sono fatti cogliere impreparati e hanno escogitato nuove idee per diffondere le proprie minacce. I ricercatori Trend Micro hanno già individuato iniziative di “survey scam” (sondaggi truffa), una tipologia di frode online volta a impossessarsi delle informazioni personali.

Su Facebook, ad esempio, una pagina appositamente creata promuove una lotteria che mette in palio una PS4. Per poter partecipare, gli utenti sono obbligati a diventare fan della pagina. Viene poi chiesto di inserire i propri dati personali in un questionario, ma a quel punto, invece di vincere il primo premio della lotteria, scoprono di essere caduti in trappola e si aggiudicano il blocco del proprio PC da parte di un ransomware. Sul PC compare una schermata con la quale la vittima viene inviato a pagare un riscatto, ovvero l’adesione ad una offerta commerciale legata al mondo del gaming.

Trend Micro ha individuato su Facebook pagine simili che mettevano in palio la console Xbox One, ancora prima del suo lancio sul mercato. Il risultato finale comunque non cambia e la truffa resta in agguato. In alcuni paesi sembra che Microsoft abbia qualche difficoltà nel soddisfare la domanda. I cybercriminali coglieranno al volo anche questa occasione, promettendo console che in realtà non esistono. Come sempre, è bene essere protetti da soluzioni antivirus efficaci e aggiornati, oltre ad approcciarsi in maniera prudente e responsabile al web.