QR code per la pagina originale

Apple vince la causa sull’idea dello smartphone

Conclusa la causa USA tra Apple e Richard L. Ditzik, con la giuria che ha votato a favore di Cupertino: l'iPhone 4 non viola il brevetto dell'uomo.

,

La causa statunitense tra Apple e Richard L. Ditzik si è conclusa a favore dell’azienda di Tim Cook, con la giuria che ha deciso di non approvare la richiesta di violazione di un brevetto per smartphone che l’uomo aveva effettuato, sostenendo che l’idea smartphone fosse della sua azienda e che la Mela l’avesse usata indebitamente per l’iPhone. Non è così.

La querelle legale ha avuto inizio negli USA durante l’anno 2010, quando Ditzik ha denunciato Apple affermando che l’iPhone 4 violasse una proprietà intellettuale registrata dalla propria società, la NetAirus Technologies, relativa alla possibilità di un computer di eseguire una chiamata via Wi-Fi o sulle reti cellulari. In questo brevetto vi sono descritte feature per un futuro device mai costruito dalla NetAirus, ovvero un prodotto che si affidava a un telefono cellulare per eseguire le chiamate.

Ditzik aveva contestato alla compagnia di Cupertino di aver usato il brevetto senza alcuna autorizzazione per poterne integrare la tecnologia nell’iPhone. Gli avvocati di Apple hanno però dimostrato che il brevetto non rappresenta in effetti un vero e proprio smartphone moderno, pertanto la giuria ha votato per dare ragione alla Mela. Il verdetto non è però stato raggiunto in modo unanime ma per maggioranza, per tale motivo Ditzik potrebbe anche decidere a breve di ricorrere in appello.

Dopo oggi, il gruppo guidato da Tim Cook può comunque festeggiare la vittoria di un’altra causa legale; recentemente ha anche avuto la meglio contro Samsung, accusata ancora una volta di aver copiato da Apple alcune tecnologie per inserirle nei propri smartphone.

Galleria di immagini: Apple iPhone 4
Fonte: Bloomberg • Via: Electronista • Notizie su: Apple iPhone 4, , ,