QR code per la pagina originale

F-Secure KEY protegge tutte le password

F-Secure ha sviluppato un password manager per Windows, Mac, Android e iOS che memorizza in forma criptata i dati di accesso ai vari servizi online.

,

Dopo aver annunciato le versioni 2014 dei prodotti antivirus, in occasione del 25esimo anniversario, F-Secure ha deciso di offrire agli utenti un altro utile strumento per la protezione delle informazioni personali. F-Secure KEY è un password manager per Windows, Mac, Android e iOS che conserva tutte le credenziali di login usate per l’accesso ai servizi online e include anche un generatore automatico di password.

Il funzionamento di F-Secure KEY è simile a quello di altre soluzione, come LastPass e 1Password. Il tool memorizza le password, i nomi utenti e altre credenziali che possono essere usate per il login, utilizzando qualsiasi dispositivo supportato. L’utente deve solo scegliere e ricordare la master password. Tutti i dati personali sono conservati sui server dell’azienda in forma criptata. La schermata principale dell’applicazione mostra l’elenco ordinato alfabeticamente dei servizi per i quali sono stati memorizzati username e password. Nella parte superiore è disponibile una comoda funzione di ricerca.

Per semplificare la procedura di login, F-Secure KEY integra una funzione di auto-riempimento dei campi che permette di evitare la digitazione dei dati. Un’altra utile feature è la generazione delle password. Il tool crea infatti password sicure formate da una combinazione di lettere maiuscole/minuscole, numeri e simboli. La lunghezza massima è 32 caratteri. Oltre all’opzione per l’esportazione delle password, nelle impostazioni è presente la voce Connect Devices (il software è solo in inglese) che attiva la sincronizzazione tra dispositivi multipli mediante un codice generato dal tool. Per utilizzare questa funzionalità su iOS bisogna effettuare l’upgrade alla versione premium (4,49 euro per tre mesi o 14,49 euro/anno).

Una sezione news, infine, informa l’utente sugli ultimi problemi di sicurezza relativi ai servizi online più popolari.

Fonte: The Next Web • Notizie su: