QR code per la pagina originale

Street View nel McLaren Technology Centre

Per festeggiare il 50esimo anniversario della struttura, il McLaren Technology Centre di Woking ha spalancato le porte al team di Google Street View.

,

Una segnalazione interessante per tutti gli appassionati di Formula 1 e, più in generale, per chi ama seguire gli sport motoristici. Il team di Google ha fatto visita al McLaren Technology Centre di Woking (nella metropolitana di Londra) in occasione del 50esimo anniversario del gruppo, immortalandone gli interni per poi caricare una raccolta di immagini panoramiche a 360 gradi nel database di Street View.

Per iniziare la passeggiata virtuale basta un click su Google Maps (o un tap, a seconda del dispositivo utilizzato). In questo modo è possibile dare uno sguardo da vicino a alcune delle vetture più importanti tra quelle realizzate dal marchio, oltre che ai trofei ottenuti in gara. Ecco quanto dichiarato da Martin Whitsmarsh, numero uno della McLaren.

Il McLaren Technology Centre viene considerato come un’icona dal punto di vista architettonico, ma rappresenta molto di più. È il cuore pulsante di una tecnologia e di un gruppo attivo sia nel settore automotive che in quello degli sport motoristici. Per celebrare i 50 anni di storia, il team ha potuto aprire le porte al pubblico grazie all’aiuto di Google. Per ovvie ragioni non tutti i nostri tifosi possono visitare il centro di persona, ma con Street View i fan sono in grado di ammirare comunque le auto che hanno fatto la storia.

Alcune delle auto in mostra presso il McLaren Technology Centre, visitabile su Google Street View

Alcune delle auto in mostra presso il McLaren Technology Centre, visitabile su Google Street View

La struttura è stata completata nel 2003, sotto la direzione dell’architetto Norman Foster e occupa un’area di circa 500.000 metri quadrati con una particolare forma a semicerchio. Un’iniziativa molto simile a quella che il mese scorso ha visto approdare su Street View anche il Museo Lamborghini di Sant’Agata Bolognese, con la sua collezione di automobili da ammirare stando comodamente seduti di fronte al monitor.

Fonte: Virtual Globetrotting • Notizie su: