QR code per la pagina originale

Il teatro di Eduardo De Filippo su YouTube

Le opere di Eduardo De Filippo sbarcano su YouTube, disponibili gratuitamente per lo streaming in versione integrale: già online "Natale in Casa Cupiello".

,

La partnership siglata tra Digital Studio&DVD e Luca De Filippo ha permesso di portare su YouTube le opere teatrali di Eduardo De Filippo, uno dei massimi esponenti della cultura nostrana di tutto il secolo scorso. È stato infatti inaugurato il canale ufficiale dedicato all’artista napoletano, che già contiene alcuni estratti dalle sue rappresentazioni più importanti, oltre alla versione integrale della commedia “Natale in Casa Cupiello”, divisa in tre atti.

Se è vero che un classico è, per definizione, un’opera che resiste all’usura del tempo, mantenendo la propria forza a dispetto delle modalità di fruizione, crediamo che le commedie di Eduardo De Filippo abbiano tutte le carte in regola per continuare a creare interesse e a tramandarsi grazie ai nuovi strumenti e alle nuove tecnologie oggi disponibili.

Lo scopo è quello di far conoscere il teatro di Eduardo anche alle giovani generazioni (oltre che all’estero, grazie ai sottotitoli), attraverso un mezzo che facilita la diffusione e la condivisione dei contenuti come YouTube. Nei prossimi mesi saranno caricati nuovi contributi e approfondimenti critici.

Il progetto mette anche in luce una volta di più le potenzialità degli strumenti per la protezione del copyright offerti da Content ID: gli utenti possono accedere ai filmati in modo del tutto gratuito e i detentori dei diritti monetizzano la trasmissione mediante le inserzioni pubblicitarie inserite all’interno dei video. Una formula che ha già mostrato la propria validità su YouTube, che in futuro potrà essere adottata per altre iniziative di questo tipo.

Nato a Napoli il 24 maggio del 1900, Eduardo De Filippo incrociò nel suo cammino, tra gli altri, giganti della cultura italiana come Luigi Pirandello e Pier Paolo Pasolini. Nel 1981 fu nominato senatore a vita. Morì il 31 ottobre 1984 a Roma dopo aver interpretato il ruolo del vecchio maestro nello sceneggiato “Cuore” di Luigi Comencini.