QR code per la pagina originale

Modalità aereo attiva anche durante il decollo

Nei prossimi giorni le compagnie aeree consentiranno l'uso della modalità aereo anche durante le fasi di rullaggio, decollo e atterraggio.

,

L’Agenzia europea per la sicurezza aerea (AESA) ha pubblicato oggi il nuovo regolamento che disciplina l’uso dei dispositivi elettronici a bordo. Come anticipato a metà novembre, i passeggeri potranno ora attivare la modalità aereo anche durante le fasi di rullaggio, decollo e atterraggio, quindi non sarà più imposto l’obbligo di spegnere smartphone, tablet e lettori di ebook. Nei prossimi mesi è prevista anche la revisione delle norme relative all’utilizzo della trasmissione dati in volo.

Prima dell’introduzione di tale modifica, ai passeggeri era consentito utilizzare i dispositivi elettronici portatili (PED) in modalità aereo (senza trasmissione di segnali) durante la fase di volo, ma non durante il rullaggio, il decollo e l’atterraggio. La nuova politica si fonda su studi condotti da esperti di tutti i settori del trasporto aereo, inclusi le compagnie aeree, i fabbricanti di aeromobili, le associazioni di piloti e i produttori di PED. Il regolamento non è comunque vincolante, quindi le singole compagnie possono decidere autonomamente di applicare una politica più restrittiva. I passeggeri sono dunque obbligati a rispettare le istruzioni dell’equipaggio.

Nei prossimi giorni, le compagnie aeree aggiorneranno le proprie norme operative. Durante la fasi di decollo e atterraggio sarà consentita la modalità aereo, ovvero l’uso dei dispositivi disattivando tutte le interfacce di trasmissione (WiFi, 2G/3G/4G e Bluetooth). Stessa regola anche per la fase di rullaggio, ma in questo caso i passeggeri devono seguire con attenzione le dimostrazioni di sicurezza e riporre i dispositivi più voluminosi prima del decollo. L’equipaggio di cabina potrebbe non avere sempre la possibilità di verificare che sia stata attivata tale modalità, quindi il rispetto delle regole dipende anche dall’educazione e dal senso civico dei passeggeri (e in questo campo gli italiani si distinguono spesso in senso negativo). Il nuovo regolamento si applica solo alle compagnie aeree europee.

Il Commissario per i Trasporti Siim Kallas ha chiesto all’AESA di accelerare anche la revisione delle norme sull’utilizzo sicuro in aereo dei dispositivi in trasmissione. Oggi non è consentita la connessione alla rete mobile, né l’attivazione di WiFi e Bluetooth durante il volo. Solo poche compagnie dispongono di sistemi che permettono il collegamento ad una rete di bordo sicura e certificata. Per tali aerei, la Commissione Europea ha recentemente autorizzato l’utilizzo di servizi di connessione 3G e 4G al di sopra dei 3.000 metri di altitudine.