QR code per la pagina originale

Google assume un ingegnere Microsoft

Blaise Agüera y Arcas ha scelto di lasciare il team di Microsoft per spostarsi in Google, dove si occuperà di sistemi legati all'intelligenza artificiale.

,

Manca solamente la conferma ufficiale da parte delle due società coinvolte, per il resto è ormai certo il passaggio di Blaise Agüera y Arcas a Google. Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta dell’ingegnere software impegnato da tempo in Microsoft, su progetti come Bing Maps, realtà aumentata e dispositivi indossabili. Il suo percorso professionale lo ha portato nell’azienda di Redmond nel 2006, in seguito all’acquisizione da parte del gruppo della sua startup Seadragon Software.

Nel 2011 ha ricevuto il titolo di Distinguished Engineer per i suoi meriti “sul campo”, legati a software come Silverlight, Pivot, Photosynth, tutti impiegati in Microsoft Live Labs. Nel 2007 è anche salito sul palco della conferenza TED, per parlare di immagini bidimensionali e ambienti 3D. Un pezzo da novanta dunque, pronto a fare la propria parte con il gruppo di Mountain View. Agüera y Arcas ne ha parlato sulle pagine del New York Times, senza però fornire alcun dettaglio in merito al nuovo impiego che andrà a svolgere con il motore di ricerca. Indiscrezioni parlano di un progetto relativo alle tecnologie di “machine learning”, ovvero l’apprendimento da parte delle macchine mediante avanzati sistemi di intelligenza artificiale.

L’attività in questo ambito da parte di bigG si è intensificata negli ultimi anni, come dimostra ad esempio l’evoluzione di Google Now integrato nei dispositivi mobile. Si tratta di un vero e proprio assistente, in grado di fornire informazioni agli utenti ancor prima che questi le possano chiedere: sulle previsioni meteo, sull’orario dei voli prenotati, sui risultati delle proprie squadre preferite ecc. Con l’avvento di nuovi device, smartwatch e Google Glass su tutti, tecnologie di questo tipo sono destinate ad entrare sempre più nella vita di tutti i giorni, semplificando le modalità di interazione con i gadget tecnologici. L’esperienza acquisita negli anni passati da Blaise Agüera y Arcas potrebbe dunque tornare utile proprio in questo ambito.

Fonte: The New York Times • Via: SlashGear • Notizie su: ,