QR code per la pagina originale

Microsoft registra il marchio Mod

All'inizio del mese Microsoft ha registrato 5 marchi contenenti il termine Mod. Sarà il sostituto di Metro o si riferisce a nuovi prodotti?

,

Molti prodotti Microsoft sono facilmente identificabili mediante i marchi che l’azienda ha registrato negli Stati Uniti, come Windows, Office e Xbox, considerati ormai sinonimi di sistema operativo desktop, suite di produttività e console da gioco. Altri termini hanno invece avuto meno successo, tra cui Metro, usato per indicare la nuova interfaccia di Windows 8. All’inizio del mese di dicembre, Microsoft ha registrato 5 nuovi marchi presso l’USPTO, tutti contenenti la parola Mod. A cosa si riferisce?

Secondo Mary Jo Foley di ZDNet, Mod potrebbe essere proprio il sostituto di Metro. Ad agosto 2012, pochi giorni prima il lancio del nuovo sistema operativo, i dirigenti Microsoft aveva comunicato che l’azienda non poteva più utilizzare questo termine per descrivere l’interfaccia a mattonelle di Windows 8 e Windows Phone. Anche se non è stato mai svelato il motivo, è probabile che sia arrivata una denuncia da parte di Metro AG, il gigante tedesco della distribuzione. Nei mesi successivi sono state usate diverse parole, tra cui “Microsoft design style“, “Immersive”, “Windows Store app”, “Windows 8 app” e “Modern”.

Tra i risultati ottenuti cercando la keyword “mod” sul sito dell’Ufficio Marchi e Brevetti degli Stati Uniti sono elencati 5 marchi registrati da Microsoft il 9 dicembre 2013. Si tratta di “Mod“, “Microsoft Mod“, “Windows Mod“, “Office Mod” e “Microsoft Office Mod“. Tutti sono stati inseriti nella categoria “Computer operating system software; computer software; computer hardware; computer peripherals; computer accessories; mobile computing devices; mobile communication devices”. Office Mod potrebbe indicare le versioni touch delle applicazioni incluse nella suite di produttività, finora note con il nome in codice Gemini.

Un fonte contattata da Mary Jo Foley suggerisce che Mod è l’abbreviazione di “modulo”, quindi il termine potrebbe fare riferimento ad nuovo tool di programmazione che semplifica lo sviluppo delle app. Spesso i marchi registrati non vengono usati in prodotti commerciali. Microsoft non ha fornito nessun chiarimento sulla questione. Probabilmente ne sapremo di più nei prossimi mesi.

Fonte: ZDNet • Via: Neowin • Immagine: Microsoft, tramite Peteri/Shutterstock • Notizie su: