QR code per la pagina originale

Google Schemer vicino alla chiusura

Google Schemer sembra essere giunto al capolinea, dopo poco più di due anni dal lancio: manca solo la conferma da parte del gruppo di Mountain View.

,

Un servizio ambizioso, nato con lo scopo di fornire alle persone suggerimenti su cosa fare e dove andare. Lanciato nel dicembre 2011, Google Schemer non ha però mai saputo centrare i propri obiettivi, come dimostrano le voci di corridoio odierne che ne vorrebbero la chiusura a breve. La fonte del rumor è lo screenshot allegato di seguito, in cui si legge chiaramente “Schemer sarà abbandonato”, senza però alcun riferimento preciso alla data.

Abbiamo debuttato più di un anno fa per aiutare le persone a fare cose magnifiche e per noi è stata davvero un’avventura! Ciò nonostante, abbiamo dovuto prendere la difficile decisione di chiudere Schemer.

Questo il messaggio che campeggia sulla homepage del servizio individuata dalla redazione del sito GOS, non ancora accessibile pubblicamente. Google Schemer sembra dunque aver pagato una strategia non proprio azzeccata per quanto riguarda la promozione (il layout del sito e il logo non ricordano quelli tipici di bigG) e un supporto carente all’applicazione ufficiale per dispositivi mobile, che non viene aggiornata dall’ottobre 2012.

Uno screenshot testimonia l'intenzione di chiudere Google Schemer

Uno screenshot testimonia l’intenzione di chiudere Google Schemer (immagine: Google Operating System).

Manca dunque solamente la conferma ufficiale. È possibile che Google abbia intenzione di cancellare il progetto per farlo confluire in qualche modo all’interno del social network G+, mossa che renderebbe di certo più semplice la condivisione e la nascita di discussioni riguardanti le attività da svolgere. Di certo l’abbandono non susciterà la stessa reazione provocata l’estate scorsa dalla chiusura di Reader, ma i circa 500.000 download dell’app Android lasciano comunque intendere che il servizio è stato provato da un numero non trascurabile di utenti. Il gruppo di Mountain View sembra dunque intenzionato a proseguire in modo coerente sulla propria strada, scegliendo di tagliare i progetti che non raggiungono gli obiettivi prefissati in modo da concentrare le risorse disponibili su altre piattaforme o servizi.

Fonte: Google Operating System • Notizie su: