QR code per la pagina originale

Google acquisisce Bitspin, sviluppatore di Timely

Google ha portato a termine l'acquisizione dello sviluppatore svizzero Bitspin, responsabile dell'app Timely che sostituisce la sveglia di Android.

,

Secondo un luogo comune gli svizzeri sarebbero in grado di fare particolarmente bene due cose: la cioccolata e gli orologi. A quanto pare, anche quelli virtuali. Lo dimostra l’acquisizione portata a termine da Google nel fine settimana, che ha visto il gruppo di Mountain View allungare le mani su Bitspin, team di Zurigo responsabile dell’applicazione Timely. Come primo effetto, il software è stato messo a disposizione gratuitamente per il download sulle pagine del Play Store.

Siamo felici di annunciare che Bitspin entra a far parte del team di Google e continuerà a fare ciò che ama di più: realizzare prodotti grandiosi che risultano piacevoli da utilizzare. Per i nuovi utenti e per quelli già esistenti, Timely continuerà a funzionare come sempre. Grazie a tutti coloro che hanno scaricato la nostra applicazione e ci hanno fornito feedback durante questo percorso: apprezziamo davvero molto tutto il vostro supporto.

È quanto si legge sul sito ufficiale dello sviluppatore, che conferma così l’ingresso nel sempre più esteso elenco di realtà acquisite da bigG. Al momento non è dato a sapere a quanto ammonta l’esborso economico necessario per portare a termine l’operazione.

Non è da escludere che le funzionalità e lo stile di Timely possano essere in futuro integrati direttamente in Android, andando così a sostituire l’attuale sveglia. Tra le feature più interessanti dell’applicazione le modalità con le quali l’utente può interagire quando suona un allarme: chi usa il proprio smartphone per svegliarsi al mattino sa quanto può essere traumatico interrompere il sonno con una suoneria dal volume troppo elevato, oppure quanto sia difficile eseguire complicate azioni per concedersi qualche minuto in più di riposo. È anche presente la possibilità di sincronizzare tutti i propri dispositivi, grazie alle tecnologie cloud, in modo che possano suonare in contemporanea all’orario prefissato.

Fonte: Bitspin • Via: ZDNet • Notizie su: