QR code per la pagina originale

Adobe Photoshop CC stampa in 3D

La nuova versione del software cloud supporta diversi formati di file 3D e stampa gli oggetti sia in locale che mediante un servizio online.

,

Adobe ha annunciato la disponibilità di tre nuove funzionalità per gli abbonati a Photoshop CC, una delle quali è il supporto per la stampa 3D. Il software di fotoritocco cloud permette di utilizzare sia una stampante locale che il servizio online Shapeways (l’oggetto verrà stampato e spedito a casa dell’utente). Le altre due novità prendono il nome di Perspective Warp e Linked Smart Objects. Per ottenere subito l’update è sufficiente avviare l’applicazione (o Creative Cloud) e cliccare sulla voce corrispondente.

Adobe ha incluso la feature nella versione 14.2 di Photoshop CC per rendere la stampa 3D accessibile a tutti. Sebbene il software includa alcune funzioni di modellazione, non può essere utilizzato per creare un oggetto tridimensionale da zero, ma fornisce tutti gli strumenti per apportare piccole modifiche al modello preesistente, ottenuto ad esempio mediante uno scanner oppure scaricato da Internet. L’utente può correggere i difetti e scegliere i colori preferiti, mentre Photoshop CC genererà automaticamente il sostegno per evitare che l’oggetto collassi durante la stampa.

Il software supporta cinque formati di file 3D (OBJ, STL, 3DS, Collada e KMZ), è compatibile con le stampanti prodotte da MakerBot (altri modelli saranno aggiunti in futuro) e può inviare il modello 3D al servizio online Shapeways, specificando il materiale da utilizzare. L’applicazione fornisce anche una stima dei costi.

Perspective Warp è un potente tool per la manipolazione delle prospettive multiple nell’immagine. È possibile correggere complesse distorsioni, modificare il punto di vista e cambiare il tipo di scatto da teleobiettivo a grandangolare (e viceversa). Linked Smart Objects, infine, permette di usare lo stesso oggetto in più documenti. Le modifiche apportate solo una volta verranno effettuate in tutti i documenti, risparmiando tempo e spazio su disco.

Fonte: Adobe • Via: The Next Web • Notizie su: