QR code per la pagina originale

Samsung eliminerà la nuova Magazine UX?

In seguito ad un accordo con Google, Samsung potrebbe modificare l'interfaccia Magazine UX per ripristinare in parte il design della UI originale di Android.

,

Quasi tutti i produttori di smartphone Android effettuano modifiche all’interfaccia originale del sistema operativo e installano sui terminali le proprie applicazioni, ma Samsung è sicuramente l’azienda che più di tutte applica profonde personalizzazioni. Dopo aver visto la nuova Magazine UX sui tablet Galaxy NotePRO e TabPRO da 12,2 pollici, Google avrebbe deciso di intervenire per riportare Samsung sulla “retta via”. Secondo il sito Recode, l’azienda di Mountain View vorrebbe esercitare un maggiore controllo su Android, impedendo le eccessive modifiche apportate dal produttore coreano.

Magazine UX ha preso il posto della precedente TouchWiz sui tablet di fascia alta indirizzati all’utente professionale. Considerata da molti esperti del settore come un mix tra la UI di Windows 8.1 e Flipboard, la nuova interfaccia è molto lontana dalla visione di Google per Android. Durante l’incontro avvenuto al CES di Las Vegas, Samsung avrebbe accettato di eliminare o almeno modificare l’interfaccia nei futuri dispositivi. Inoltre, sui nuovi device verrà dato maggiore risalto alla suite di app sviluppata da Google. Sui vari Galaxy di Samsung sono invece installate diverse app “in-house”, molte delle quali permettono l’accesso ai propri servizi (chat, musica, video, traduttore, store, ecc.).

Confronto tra le app Google e le app Samsung.

Confronto tra le app Google e le app Samsung. (immagine: ArsTechnica).

Una delle fonti contattate dal sito Recode ha parlato di enormi cambiamenti nella relazione tra Google e Samsung che si verificheranno nelle prossime settimane. È probabile che ciò sia una conseguenza dell’accordo sui brevetti sottoscritto pochi giorni fa. Non è chiaro se Samsung abbia ottenuto qualche concessione in cambio. In seguito alla vendita di Motorola Mobility a Lenovo, il produttore coreano potrebbe teoricamente diventare una “divisione hardware virtuale” di Google. Samsung ha tuttavia smentito le indiscrezioni, dichiarando che continuerà ad offrire servizi innovativi e diversificati sui futuri dispositivi mobile.