QR code per la pagina originale

Come si modifica il video “Uno sguardo al passato”

Facebook consente a chiunque di modificare il proprio personale filmato "Uno sguardo al passato" grazie a un comodo strumento per la scelta delle immagini.

,

Milioni di persone hanno provato nelle ore scorse la funzione “lookback” sviluppata da Facebook in occasione del proprio decennale per creare un video della propria vita basato sul materiale caricato sul proprio profilo. Il progetto giunge però ora anche ad una seconda versione: la prima versione del filmato “Uno sguardo al passato“, infatto, può ora essere modificata ed ognuno può pertanto metter mano alla propria storia per eliminare qualche tassello indesiderato, inserirne altri più importanti e rendere così il tutto più preciso, gradevole e significativo. Non serve cancellare l’account Facebook per per ripartire da capo: gli altri vedono ciò che il protagonista vuol far vedere, dunque è sufficiente prendere la situazione in mano e sfruttare gli strumenti a disposizione.

La modifica era stata intuita fin dai giorni scorsi, quando su una guida online di Facebook era comparso alla voce “lookback” la possibilità di un pulsante di modifica. Tale funzione è stata ora implementata e chiunque può pertanto procedere con l’editing del proprio video personale.

“Uno sguardo al passato”: come si modifica

Per modificare il proprio filmato è necessario visitare l’apposita pagina “lookback” contenente il video creato automaticamente dal sistema. Nell’angolo in alto a destra della pagina compare ora un pulsante non disponibile soltanto fino a poche ore fa: “modifica“.

Pulsante Modifica su lookback

Al click sul pulsante “modifica”, la pagina offrirà quattro riquadri di scelta:

  • Il tuo debutto su Facebook: occorre selezionare almeno 3 foto;
  • I tuoi post con più “Mi piace”: occorre selezionare almeno 4 foto;
  • Foto caricate: occorre selezionare almeno 9 foto;
  • Griglia delle foto: occorre selezionare almeno 38 foto.

Ogni click sulle foto consente di selezionare o deselezionare quanto desiderato. Il filmato sarà modificato in presa diretta, consentendo così di plasmare il risultato a piacimento. Al termine del procedimento di scelta, sarà sufficiente cliccare sul pulsante “aggiorna” per veder definitivamente modificato il proprio video. A questo punto è possibile condividerlo nuovamente, portando così sulla propria bacheca un filmato di impatto ancor maggiore.

Tale funzione consente ad esempio di cancellare immagini non relative strettamente alla propria persona, oppure relative ad aspetti trascurabili della propria vita (come molti se ne caricano sul social network), vecchie fidanzate, momenti da dimenticare o altro ancora. Ancora una volta vince l’ego, ma del resto è questo l’obiettivo e la natura di un sito come Facebook: una esperienza tagliata su se stessi che ognuno può plasmare sulla base dell’immagine di sé che si intende rendere pubblica. Così come chiunque può cambiare il Diario, quindi, chiunque può cambiare ora “Uno sguardo al passato”: il passato non si cambia, ma si può scegliere di “dimenticarne” qualche puntata (e con ogni probabilità lo stesso Mark Zuckerberg ha sfruttato questo tool nel costruire il proprio filmato poche ore prima di rendere pubblica medesima opportunità.

Non tutti vedono il filmato sulla pagina “lookback”: chi non ha materiale a sufficienza sul proprio profilo, infatti, verrà accolto da risultati differenti e dovrà accontentarsi di qualcosa di più semplice di un video con montaggio automatico.

Uno Sguardo sul passato è un’esperienza che raccoglie i tuoi momenti principali da quando ti sei iscritto a Facebook. In base al tempo che hai trascorso su Facebook e a quanto hai condiviso, vedrai un video, una raccolta di foto o un cartolina di ringraziamento

Notizie su: ,