QR code per la pagina originale

Microsoft porterà le app Android su Windows?

Secondo fonti interne all'azienda, Microsoft potrebbe consentire in futuro l'installazione su Windows e Windows Phone delle app Android.

,

Fonti vicine all’azienda di Redmond sostengono che Microsoft sta seriamente considerando l’idea di portare le app Android su Windows e Windows Phone. BlueStacks offre già un modo per scaricare ed eseguire le app Android su Windows (esattamente un anno fa ha rilasciato anche una versione ottimizzata per il Surface Pro), tuttavia le prestazioni non sono ottimali in quanto non viene sfruttato tutto l’hardware disponibile.

Sebbene le due piattaforme siano abbastanza differenti, il porting (senza modifiche) delle app Android su Windows (nella variante RT) e Windows Phone non dovrebbe essere un ostacolo insormontabile (i tre sistemi operativi vengono eseguiti su processori ARM). Ad ottobre 2013 era trapelata una notizia secondo la quale Microsoft avrebbe chiesto ad HTC di aggiungere Windows Phone come opzione per i suoi smartphone Android, eventualmente eliminando i costi di licenza. In base alle nuove indiscrezioni, l’azienda di Redmond vorrebbe invece consentire l’installazione delle app Android su Windows Phone e Windows.

Il piano dovrebbe prevedere la possibilità di pubblicare le app su Windows Phone Store e Windows Store, ma all’interno di Microsoft molti ritengono che una simile decisione sia troppo rischiosa e potrebbe addirittura portare alla morte della piattaforma Windows. Sebbene il suo market share sia in crescita in diversi paesi, tra cui l’Italia, Windows Phone non viene considerato una priorità dagli sviluppatori. Le nuove app infatti arrivano prima su Android e iOS, e solo dopo sul sistema operativo Microsoft. Se però verrà messa in pratica questa strategia, gli sviluppatori non realizzeranno più app per Windows e Windows Phone, in quanto sarà sufficiente il porting delle app Android.

L’idea di Microsoft potrebbe essere appoggiata da Intel. All’inizio di gennaio, il chipmaker di Santa Clara ha proposto il concetto di Dual OS, due sistemi operativi – Windows e Android – sullo stesso dispositivo. Chiaramente sarà necessario valutare attentamente tutte le conseguenza di questa scelta, ma indubbiamente ciò avrà anche ripercussioni positive sulle vendite. Molti consumatori acquisteranno volentieri un computer, un tablet e uno smartphone con Windows e Windows Phone che può eseguire app Android ed accedere ai servizi Microsoft.