QR code per la pagina originale

Google Play Music, un easter egg per San Valentino

In occasione del San Valentino, Google introduce un romantico camino da visualizzare sulla TV per ascoltare i brani di Play Music attraverso Chromecast.

,

Il gruppo di Mountain View festeggia a modo suo San Valentino, strizzando l’occhio a tutti coloro che hanno già messo le mani su Chromecast. È stata infatti introdotta tra le opzioni della piattaforma Google Play Music la possibilità di visualizzare un caldo e accogliente caminetto acceso sulla TV, mentre si ascoltano i brani messi a disposizione dal servizio. Per attivarlo bisogna agire sulle impostazioni Labs del proprio account.

Appena in tempo per la giornata di San Valentino, abbiamo trovato il modo per creare l’atmosfera giusta. Quando lanciate Google Play Music sul vostro Chromecast, potete visualizzare un caldo caminetto sul televisore, proprio mentre ascoltate della musica in sottofondo. E sì, è davvero fantastico come sembra.

Ecco gli step da seguire: dopo aver fatto click sul pulsante a forma di ingranaggio presente nell’angolo superiore destro della schermata è necessario selezionare la voce “Labs”. Scorrere poi fino all’ultima delle opzioni, “Visualizzatore camino Chromecast” (come mostrato nello screenshot seguente), premere “Attivato” e infine “Salva modifiche”. A questo punto sarà sufficiente iniziare l’ascolto della musica sul televisore.

L'opzione da attivare tra le impostazioni Labs di Google Play Music per visualizzare un camino sulla TV mentre si ascolta la musica con Chromecast

L’opzione da attivare tra le impostazioni Labs di Google Play Music per visualizzare un camino sulla TV mentre si ascolta la musica con Chromecast

Restando in tema, si segnala la distribuzione in tutti i territori di Google Play Services 4.2, già avvistato in anteprima nei giorni scorsi. L’analisi delle novità introdotte mette in evidenza un’attenzione particolare proprio per quanto riguarda Chromecast. Sono infatti presenti le API necessarie al casting dei contenuti sulla TV. Considerando l’ormai imminente debutto del dispositivo in Europa e il rilascio del pacchetto SDK agli sviluppatori, non è difficile immaginare che sarà questa la “next big thing” di Google, un prodotto che consentirà al motore di ricerca di conquistare il salotto degli utenti.