QR code per la pagina originale

Dona un giorno di acqua con UNICEF Tap Project

Invece di giocare o chattare tutto il giorno con il proprio smartphone, si può compiere una buona azione donando acqua potabile ai bambini.

,

Per molte persone gli smartphone sono ormai diventati un bene irrinunciabile, quindi staccarsi dal dispositivo diventa quasi un sacrificio. Gli utenti però potranno alleviare la loro “sofferenza”, compiendo una buona azione. Per ogni minuto di non utilizzo verrà donato un giorno di acqua ai bambini nel mondo. Questa è la finalità della campagna Tap Project di UNICEF. E forse anche il più smartphone-dipendente capirà che il suo aiuto può contribuire a ridurre il numero di morti causati dall’uso di acqua contaminata da batteri.

Nessuno può sopravvivere senza acqua. In tutto il mondo ci sono ancora 768 milioni di persone senza acqua potabile e 2,5 miliardi di persone che non hanno accesso ai servizi igienici. Non avere queste necessità di base significa morte. Ogni giorno, 1.400 bambini muoiono a causa di malattie legate alla mancanza di acqua potabile e servizi igienici adeguati. Se l’utente non toccherà lo smartphone per almeno un minuto, lo sponsor dell’iniziativa (Giorgio Armani) donerà un giorno di acqua pulita.

Partecipare alla campagna è molto semplice. È sufficiente aprire il sito uniceftapproject.org con il browser dello smartphone e lasciare il device su una superficie piana. La web app rileverà eventuali spostamento del dispositivo mediante l’accelerometro integrato. Teoricamente è ancora possibile toccare lo smartphone, senza attivare il sensore. Durante l’esecuzione dell’app, il display rimarrà acceso.

Chi non riesce a rimanere nemmeno un minuto senza il proprio compagno digitale può comunque donare una somma di denaro. Bastano 5 dollari per dare ad un bambino acqua potabile per 200 giorni.

Fonte: Unicef • Via: Android Community • Notizie su: