QR code per la pagina originale

Facebook compra WhatsApp: le parole di Zuckerberg

Le parole di Mark Zuckerberg dopo l'acquisizione di WhatsApp: si evincono tutto l'entusiasmo e l'ambizione che hanno portato alla firma dell'accordo.

,

Un’acquisizione del calibro di quella appena annunciata da Facebook nei confronti di WhatsApp non poteva che esser commentata in maniera entusiastica da Mark Zuckerberg, il numero uno del social network in blu: dalla lettera appena postata per l’occasione sul proprio profilo social, si evince un gran senso di soddisfazione per quanto fatto dal suo team. In particolare il CEO si felicita per essere riuscito ad accaparrarsi il servizio di messaggistica istantanea per eccellenza, facendo dunque propria quella che avrebbe potuto diventare una concorrente diretta nella gestione delle relazioni e comunicazioni tra le persone in tutto il mondo.

Queste le parole di Mark Zuckerberg:

«Sono entusiasta di annunciare che abbiamo deciso di acquisire WhatsApp e il loro intero team si unirà a noi in Facebook.

La nostra missione è quella di rendere il mondo più aperto e connesso. Facciamo questo costruendo servizi che aiutano le persone a condividere qualsiasi tipo di contenuto con qualsiasi gruppo di persone a loro scelta. WhatsApp ci aiuterà a fare questo continuando a sviluppare un servizio che la gente di tutto il globo ama usare ogni giorno

WhatsApp è un semplice, veloce e affidabile servizio di messaggistica che viene usato da oltre 450 milioni di persone in tutte le principali piattaforme mobile. Più di un milione di persone si iscrivono a WhatsApp ogni giorno ed è sulla buona strada per connettere un miliardo di persone. Sempre più persone si affidano a WhatsApp per comunicare ogni giorno con tutti i loro contatti.

WhatsApp continuerà a operare in modo indipendente all’interno di Facebook. La roadmap del prodotto rimarrà invariata e la squadra lavorerà a Mountain View. Nei prossimi anni lavoreremo sodo per aiutare WhatsApp a crescere e a collegare l’intero mondo. Ci aspettiamo anche che WhatsApp si aggiunga ai nostri sforzi per Internet.org, ovvero la nostra partnership volta a rendere i servizi Internet di base accessibili a chiunque.

WhatsApp integrerà i nostri servizi di chat e di messaggistica esistenti per fornire nuovi strumenti alla nostra community. Facebook Messenger è ampiamente utilizzato per chattare con gli amici di Facebook e WhatsApp per comunicare con tutti i propri contatti e piccoli gruppi di persone. Dal momento che WhatsApp e Messenger svolgono questi diversi e importanti compiti, continueremo a investire in entrambi e li renderemo grandi prodotti per chiunque.

WhatsApp aveva tante opzioni in tutto il mondo, quindi sono entusiasta del fatto che abbiano scelto di lavorare con noi. Non vedo l’ora di vedere cosa Facebook e WhatsApp possano fare insieme, e di sviluppare nuovi grandi servizi mobile che diano alle persone ancora più opzioni per connettersi.

Ho anche conosciuto Jan Koum [CEO e co-fondatore di WhatsApp] per un lungo tempo e so che entrambi condividiamo la stessa visione di rendere il mondo più aperto e connesso. Sono particolarmente felice che Jan abbia accettato di far parte del consiglio Facebook e di collaborare con me per plasmare il futuro di Facebook così come di WhatsApp.

Jan e il team di WhatsApp hanno fatto un lavoro incredibile per connettere quasi mezzo miliardo di persone… Non vedo l’ora che si uniscano a Facebook e che ci aiutino a interconnettere il resto del mondo».

Mark Zuckerberg è da sempre noto per le sue grandissime ambizioni ma di certo il suo messaggio fa ben comprendere quale sia l’entusiasmo per tale acquisizione: del resto, WhatsApp è in assoluto il servizio di messaggistica più usato al globo (ha oltre 450 milioni di utenti mensili attivi e oltre 320 milioni di utenti attivi ogni giorno). L’acquisizione accelererà sicuramente la capacità di Facebook di far connettere gli utenti di tutto il mondo, ma soprattutto andrà a generare forti sinergie il cui valore è da specchiarsi oggi nei 19 miliardi versati da Facebook per far proprio il gruppo guidato da Jan Koum.

Fonte: Mark Zuckerberg su Facebook • Immagine: Flickr • Notizie su: , ,