QR code per la pagina originale

MWC 2014: Huawei, un bracciale smart che telefona

Huawei approfitta del Mobile World Congress 2014 per svelare TalkBand B1, il suo primo bracciale smart dedicato a chi fa fitness e capace di telefonare.

,

Anche Huawei entra nel mondo dei dispositivi indossabili presentando, al Mobile World Congress 2014 di Barcellona, il TalkBand B1. È un prodotto da polso a metà tra un braccialetto smart e un più completo smartwatch ed è soprattutto dedicato a coloro i quali svolgono attività di fitness e desiderano un device in grado di aiutarli a mantenersi in forma.

Il braccialetto da polso Huawei dispone di un display OLED flessibile da 1,4 pollici, del supporto alla connettività Bluetooth 4.1 e NFC, e di una batteria da 90 mAh che promette circa sei giorni di autonomia. Si abbina ai dispositivi con cuore Android (versioni 2.3 e successive) e iOS (versione 5.0 e successive), utilizzando la modalità wireless NFC e in tal caso permette di effettuare e ricevere chiamate telefoniche, sfruttando anche l’auricolare estraibile fornito in dotazione.

Al di là di tale tipica funzione da smartwatch, il TalkBand B1 è indicato agli appassionati di fitness poiché fornisce la possibilità di monitorare i passi, la distanza percorsa e le calorie bruciate quotidianamente. Va pertanto a competere direttamente contro il Fitbit One ma è anche capace di monitorare i livelli di sonno, così da garantire all’utente di svegliarsi in sintonia con il proprio orologio biologico.

Al Mobile World Congress 2014, Huawei ha sottolineato che il suo braccialetto sarà in grado di soddisfare la domanda da parte dei clienti che desiderano un dispositivo indossabile con numerose funzioni, che può dunque esser utilizzato per varie cose, dal monitoraggio delle attività svolte alle funzioni di chiamata e di messaggistica. Va a competere non solo con il Nike FuelBand e il Fitbit ma anche con orologi smart quali ad esempio Pebble, Samsung Gear 2 e Sony SmartWatch 2, ma sarà molto più economico: il prezzo al pubblico sarà infatti di soli 99 euro. Il debutto è previsto in Cina a partire dal prossimo mese, mentre successivamente (nel secondo trimestre) arriverà anche in Europa, Medio Oriente e Russia.