QR code per la pagina originale

Samsung Gear Fit, il bracciale da fitness avanzato

Samsung annuncia Gear Fit, il suo primo braccialetto da fitness con numerose funzionalità da smartwatch: aiuta ad allenarsi e riceve chiamate e notifiche.

,

Samsung ha annunciato ufficialmente un altro dispositivo indossabile: dopo aver tolto i veli agli smartwatch della gamma Gear 2, ha infatti presentato Gear Fit, un braccialetto intelligente dedicato al fitness ma arricchito da diverse funzionalità tipiche degli smartwatch. Sarà disponibile nei negozi a partire dal mese di aprile, a fianco del Galaxy S5.

Il design non sembra lontano da alcuni concept già visti per il chiacchierato iWatch di Apple: esteticamente il Gear Fit appare infatti come una versione più sottile e raffinata degli smartwatch di Samsung ed è il primo braccialetto smart a giungere sul mercato con in dotazione uno schermo curvo touch AMOLED da 1,84 pollici, con risoluzione pari a 432×128 pixel. Le altre caratteristiche hardware comprendono il supporto alla connettività Bluetooth 4.0, accelerometro, giroscopio, cardiofrequenzimetro e una batteria da 210 mAh capace di offrire dai tre ai cinque giorni di autonomia per singola ricarica.

Il corpo del Gear Fit ha un peso di soli 27 grammi, è resistente all’acqua ed è dotato di cinturini facilmente intercambiabili, così da poter adattare meglio il braccialetto smart in base al proprio umore e ai propri gusti. Trattasi di un prodotto concorrente al FitBit e al Nike FuelBand, progettato per quella clientela che desidera mantenersi in forma «senza sacrificare il proprio stile personale o la propria capacità di rimanere connesso anche in movimento», specifica l’azienda produttrice.

Il Gear Fit è sprovvisto di fotocamera, microfono e altoparlante ma è in grado di esser abbinato a uno smartphone di Samsung e di ricevere pertanto chiamate telefoniche, notifiche e avvisi, caratteristiche tipiche da smartwatch che lo rendono il dispositivo da fitness attualmente più completo sul mercato. Il focus è chiaramente rivolto alle attività fisiche: il braccialetto include infatti un allenatore di fitness virtuale che incoraggerà l’utente a mantenersi in forma, nonché la capacità di misurare i battiti cardiaci in tempo reale e in pochissimi attimi. Abbinandolo a un terminale della gamma Galaxy S si potrà anche sincronizzare il braccialetto all’app S Health.

Gear Fit vedrà il debutto nel mese di aprile ma Samsung non ha ancora offerto alcun dettaglio circa il prezzo a cui sarà possibile acquistarlo; a ogni modo, dovrebbe costare molto meno rispetto ai Gear 2, ma si attende conferma.

Intanto dal Mobile World Congress 2014 sono giunti i primi hands-on sul Samsung Gear Fit: Business Insider ne esalta la qualità, specificando di aver avuto «solo pochi minuti per provare il Gear Fit, ma ne siamo rimasti colpiti. Sembra un dispositivo migliore di uno dei qualsiasi dispositivi annunciati. Sembra anche meglio dell’altro smartwatch di Samsung, il Galaxy Gear. Eravamo in una sala demo per vedere qualcosa in più circa il nuovo telefono di Samsung, il Galaxy S5, il nuovo orologio smart Gear 2 e il Gear Fit. Quest’ultimo era il prodotto che ci ha attratto di più. Pensiamo sia stata la cosa più eccitante che Samsung abbia annunciato oggi».