QR code per la pagina originale

Apple e le regole per utilizzare iBeacon

I produttori che vorranno usare iBeacon sui prodotti per iPhone dovranno soddisfare una serie di requisiti imposti da Apple: così si avrà maggior qualità.

,

Apple ha avviato un programma di certificazione ufficiale per quei produttori di dispositivi che intendono utilizzare iBeacon, ovvero lo standard Bluetooth LE (Low-Energy) che per essere implementato obbligherà le terze parti a soddisfare una serie di criteri.

Lo si apprende tramite un nuovo report condiviso da BEEKn, che spiega come il sistema iBeacon – che permette di inviare notifiche via Bluetooth a smartphone e tablet con un consumo energetico ridotto – stia vedendo maggiori controlli per quei partner che utilizzano il brand Made for iPhone (MFi). Il cambiamento implica che i produttori di terze parti dovranno pertanto soddisfare i requisiti imposti da Apple per utilizzare tale marchio, nonché chiedere il permesso all’azienda di Cupertino.

Inserendo iBeacon nel programma Made for iPhone, Apple avrà un maggior controllo sulla qualità dei prodotti che utilizzeranno tale standard per la comunicazione. Quando ad esempio un produttore di un auricolare Bluetooth vuole esser approvato da Apple, deve obbligatoriamente passare attraverso il programma di certificazione MFi e pertanto dovrà sottoporsi al medesimo processo anche quando vorrà utilizzare iBeacon.

«Le specifiche sono disponibili solo dopo aver firmato un NDA. Ci è stato detto che affiliarsi al programma, al fine di registrarsi per utilizzare il nome iBeacon, è gratuito», sottolinea la fonte. A quanto pare le specifiche richieste dall’azienda di Tim Cook sono conformi a quelle che ci si aspettano genericamente da un qualsiasi dispositivo che trasmette un segnale Bluetooth LE.

Finora il termine iBeacon è stato genericamente usato per descrivere qualsiasi prodotto Bluetooth LE. Il programma di certificazione Apple è progettato unicamente per aver un maggiore controllo sul brand; la buona notizia risiede nel fatto che la Mela non richiede – o almeno così pare – di limitare l’uso della tecnologia ai soli prodotti con la mela morsicata, il che significa che i produttori saranno in grado di implementarla anche sui dispositivi Android che supportano lo standard Bluetooth Low Energy.

Fonte: BEEKn • Via: Cult of Mac • Immagine: Apple • Notizie su: