QR code per la pagina originale

Google contro le leggi anti-Glass al volante

Google starebbe pressando i politici statunitensi per bloccare la proposta di legge che imporrà un divieto al'uso dei Glass al volante.

,

Google è pronta a combattere per far sì che i Google Glass possano essere utilizzati anche alla guida di una vettura: Reuters riporta infatti che il gigante statunitense starebbe pressando i politici di almeno tre Stati americani per assicurarsi che la proposta di legge, che vorrebbe del tutto vietare gli innovativi occhiali durante la guida, venga bloccata prima che il device giunga sul mercato.

Attualmente i Google Glass sono disponibili negli Stati Uniti solo a un certo numero di sviluppatori – che negli ultimi mesi si è esteso – ma già vi sono stati alcuni problemi per chi li ha indossati al volante. In base al recente rapporto di Reuters si apprende che sarebbero almeno otto gli Stati americani a vagliare attualmente una legge che imporrà il divieto di indossarli mentre si guida un veicolo, poiché vi è una grande preoccupazione circa il fatto che potrebbero distrarre il conducente e causare facilmente incidenti stradali.

Tra le tante funzioni, gli innovativi occhiali di Google permettono infatti di usare la voce per controllare le mappe, per avviare e ricevere telefonate, per visualizzare e inviare messaggi vocali e testuali e per aggiornare i social network, tutte attività che chiaramente potrebbero distrarre e far sì che non si guidi in modo sicuro. Già il massiccio – e spesso sconsiderato – uso che si fa oggi degli smartphone è causa di un grandissimo numero di incidenti stradali ed è per tale motivo che i legislatori USA vorrebbero porre un divieto anche all’uso dei Glass in auto.

La dirigenza Google si sarebbe però già messa in contatto con i politici dell’Illinois, del Delaware e del Missouri, nel tentativo di convincerli a non approvare la legge anti-Glass al volante: secondo la casa di Mountain View, non vi sarebbero motivi per regolamentare l’uso del dispositivo, anche perché attualmente le sue potenzialità non sono pienamente comprese dai consumatori e non è peraltro disponibile al pubblico. Google avrebbe già cercato di raggiungere anche i legislatori di altri tre Stati, ovvero New York, Maryland e West Virginia.

I Google Glass saranno probabilmente commercializzati a livello pubblico nel corso di quest’anno ma i tribunali statunitensi stanno già iniziando ad affrontare il modo in cui regolamentare l’uso del device: ad esempio, lo scorso mese a San Diego una donna è stata multata per averlo indossato al volante, ma la contravvenzione è stata successivamente annullata poiché non vi era alcuna prova che il dispositivo fosse davvero acceso e in funzione.

Il gruppo con sede a Mountain View è stato contattato per un commento riguardo quanto riportato da Reuters, e ha spiegato che i problemi tecnologici rappresentano una gran parte delle discussioni politiche attualmente in corso negli States. «Pensiamo che sia importante far parte di queste discussioni. Glass è attualmente tra le mani di un piccolo gruppo di Explorers, ma crediamo che nel momento in cui la gente potrà provarlo di persona comprenderà meglio il principio di fondo che non è destinato a distrarre, piuttosto a connettere maggiormente le persone con il mondo che le circonda».

Fonte: Reuters • Via: Ars Technica • Immagine: Google Glass Fans • Notizie su: Google Glass, , , ,