QR code per la pagina originale

Google Maps tra orsi polari e mondi sottomarini

La collezione di fotografie panoramiche di Street View si arricchisce con nuove immagini, scattate sui ghiacci canadesi e nelle profondità degli oceani.

,

Ancora novità per il database fotografico di Google Maps, più precisamente per quello del servizio Street View, che oggi si arricchisce di scatti panoramici a 360 gradi provenienti da tutto il pianeta. Il gruppo di Mountain View, in partnership con Polar Bears International, ha montato un Trekker su uno dei mezzi utilizzati dall’organizzazione per immortalare la zona di Churchill, nella provincia canadese di Manitoba, meglio conosciuta come “la capitale mondiale dell’orso polare”.

L’iniziativa ha come obiettivo principale quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla relazione che intercorre tra il riscaldamento globale e il deterioramento dell’habitat naturale dove da sempre vive e cresce questa specie di mammifero. Di seguito un filmato in cui alcuni responsabili del progetto spiegano quanto sia importante mettere il maggior numero possibile di persone a conoscenza del fenomeno, soprattutto oggi che si celebra l’International Polar Bear Day.

Ci siamo uniti al team di Google Maps per catturare una serie di immagini Street View nella remota tundra canadese, a Churchill (Manitoba), la casa di una delle più vaste colonie di orsi polari sul pianeta. Con l’aiuto di Frontiers North, la squadra di Google Maps ha montato un Trekker sul mezzo speciale “Tundra Buggy”, permettendoci gli spostamenti in questo ambiente fragile, senza interferire con la vita degli orsi e con quelle delle altre specie animali che lo abitano. Fra ottobre e novembre abbiamo scattato le fotografie di Hudson’s Bay, dove gli orsi attendevano il congelamento della superficie marina.

La collaborazione di bigG con Catlin Seaview Survey ha invece portato nel database di Street View una serie di spettacolari immagini sottomarine: dalla Isla Mujeres e Cancun in Mexico alla San Francisco Shoreline, fino alla Larvotto Marine Reserve di Monaco. Gli scatti sono stati realizzati tramite apposite macchine fotografiche che, oltre ad essere resistenti all’acqua, hanno anche la capacita di generare panorami completi da ammirare poi comodamente su computer desktop, smartphone o tablet: basta un click.

Nuove immagini sottomarine su Street View

Nuove immagini sottomarine su Street View