QR code per la pagina originale

Nissan Smart Rearview Mirror: retrovisore LCD

Nissan presenta il nuovo Smart Rearview Mirror, specchio retrovisore LCD in grado di sostituirsi a quello tradizionale: sarà sul mercato a partire dal 2015

,

Nissan è pronta a portare una nuova piccola grande invenzione a bordo delle proprie autovetture: il cosiddetto “Smart Rearview Mirror”. Trattasi di una tecnologia tanto semplice quanto utile, in grado di fornire una risposta di grande valore in talune situazioni di guida particolarmente complesse. La novità costa nella creazione del primo specchio retrovisore al mondo dotato di monitor LCD. Quando la visuale si fa complessa per qualsivoglia motivo, dunque, è sufficiente un click per migliorare in un attimo le condizioni di guida e, pertanto, le condizioni di sicurezza di conducente e passeggeri.

Spiega Nissan, anticipando l’apertura del Salone di Ginevra della prossima settimana: «Il retrovisore tecnologico è alloggiato nella struttura dello specchio retrovisore, con lo schermo LCD che può essere attivato in sostituzione dello specchio. Una telecamera ad alta definizione montata sul retro del veicolo assicura al conducente una vista chiara e allargata di tutto lo spazio posteriore, per un controllo ottimale dei coni d’ombra e di tutte le situazioni di guida nel traffico. La telecamera proietta questa immagine panoramica sul monitor, per supportare il conducente e rendere l’esperienza di guida ancora più confortevole».

Lo specchio con display LCD può rivelarsi utile in moltissime occasioni: quando si ha passeggeri di elevata statura; quando si è caricato del materiale sul sedile posteriore in grado di ostruire la vista al conducente; quando l’autovettura che segue ha i fari abbaglianti attivi; quando si ha luce solare proiettata sullo specchietto (sole basso o vetri riflettenti presenti in talune gallerie); quando la forte pioggia o il gelo stratificato sul vetro limitano la visuale dall’interno dell’abitacolo. In questi casi basta un click per attivare il display e spostare il punto di visuale dallo specchietto al lunotto posteriore, ove è alloggiata l’apposita telecamera:

Alloggiamento della videocamera

Alloggiamento della videocamera

Il retrovisore tecnologico di Nissan è dotato di una nuova telecamera ad elevate prestazioni ed un monitor LCD dalla forma speciale. Una telecamera con lenti standard non avrebbe potuto restituire una visione cristallina su questo monitor, a causa delle dimensioni. Per questo è stata sviluppata una telecamera ad angolo acuto da 1.300.000 pixel, in modo che l’immagine proiettata sul particolare monitor del retrovisore fosse di ottima qualità.

Va anche considerato che i monitor tradizionali hanno un formato 4:3 o 16:9, che, però, non sono adeguati per l’inserimento all’interno di un retrovisore. Per questo il monitor a LCD ha un formato di circa 4:1, appositamente realizzato per questa tecnologia.

Una apposita tecnologia impedisce inoltre la sovrapposizione delle immagini, isolando lo specchio e l’LCD per evitare problemi di sorta durante la guida. Una volta introdotta la tecnologia, peraltro, viene ad aprirsi un nuovo corso che secondo Nissan potrebbe portare a rimodulare anche altri elementi in fase di progettazione delle autovetture. Spiega Andy Palmer, Chief Planning Officer del gruppo: «Questo sistema permetterà ai nostri clienti di avere sempre una visuale ottimale, indipendentemente dall’altezza di passeggeri posteriori o delle condizioni esterne. Offre anche la possibilità di ripensare il design dei nostri futuri modelli, visto che rappresenta un’ottima alternativa ai classici specchi retrovisori. Avremo la flessibilità per creare nuove forme, migliorare l’aerodinamica e ridurre i consumi».

Confronto tra visuale tradizionale e visuale LCD

Confronto tra visuale tradizionale e visuale LCD

Lo Smart Rearview Mirror sarà implementato inizialmente nella ZEOD RC (che competerà alla 24 Ore di Le Mans) e su altre vetture Nismo, mettendo così alla prova la nuova tecnologia nelle probanti condizioni di guida dell’automobilismo sportivo. Lo specchio potrà quindi approdare sul mercato di massa a partire dal 2015.