QR code per la pagina originale

Frammentazione Android: KitKat al 2,5%

Google ha rilasciato le nuove statistiche ufficiali sulla frammentazione del sistema operativo Android: KitKat cresce, ma con un ritmo piuttosto lento.

,

Continua, seppur lentamente, la crescita di Android 4.4 KitKat. A svelarlo sono le nuove statistiche ufficiali pubblicate da Google, che come sempre accade all’inizio di ogni mese interviene per fare il punto della situazione sullo stato del proprio sistema operativo mobile. I cambiamenti rispetto a quanto visto nei primi giorni di febbraio sono minimi. Nessuna rivoluzione dunque: per quella servirebbe un maggiore impegno da parte dei produttori hardware nel rilascio degli update.

Passando ai numeri, KitKat raggiunge il 2,5% (+0,7% in quattro settimane), grazie sia alla commercializzazione di smartphone e tablet già equipaggiati con la piattaforma più recente che alla pubblicazione degli aggiornamenti per i modelli di fascia medio-alta. Procedendo a ritroso si incontra Jelly Bean, presente sul 62% (+1,3%) dei device, suddiviso fra il 35,3% delle release 4.1.x, il 17,1% delle 4.2.x e il 9,6% della 4.3. Ice Cream Sandwich continua invece la sua flessione, fermandosi al 15,2% (-0,9%) e Honeycomb resiste stoicamente ancorato al suo 0,1%. Va comunque ricordato che questa versione è stata impiegata esclusivamente sui tablet e per un breve periodo.

Le statistiche ufficiali sulla frammentazione dell'ecosistema Android, aggiornate al 3 marzo

Le statistiche ufficiali sulla frammentazione dell’ecosistema Android, aggiornate al 3 marzo

Ancora, Gingerbread scende al 19% (-1%) e Froyo vede la propria percentuale restare pressoché invariata con l’1,2% (-0,1%). Si ricorda che i numeri sono stati rilevati analizzando la totalità dei dispositivi che si è connessa alla nuova versione di Play Store, durante un periodo di sette giorni concluso lunedì 3 marzo.

Restando in tema update, Google ha promesso il rilascio di un aggiornamento a breve, per risolvere un problema legato alla fotocamera in Android 4.4.2 KitKat. Può infatti capitare che, una volta attivata (direttamente dall’utente oppure tramite un’altra app, ad esempio Skype) questa pesi eccessivamente sulle risorse di sistema, in particolare sull’utilizzo del processore, portando così ad un consumo anomalo della batteria. Stando ai report in Rete, a sperimentarlo sono soprattutto i possessori dello smartphone Nexus 5. Al momento non è dato a sapere quando verrà pubblicato il fix.