QR code per la pagina originale

Cadillac ELR, l’auto elettrica di lusso

Al Salone di Ginevra ha fatto il suo esordio europeo la nuova Cadillac ELR, automobile elettrica di lusso che debutterà sul mercato il prossimo anno.

,

Il Salone dell’auto di Ginevra ha confermato una tendenza già da tempo sotto gli occhi di addetti ai lavori e appassionati delle quattro ruote: la mobilità del futuro è legata a doppio filo alle evoluzioni dell’universo tecnologico, come dimostrano i passi in avanti fatti nell’ambito dei sistemi di infotainment, ma non solo. Le vetture stanno diventando sempre più attente ai consumi e rispettose per l’ambiente, come testimoniano i numerosi veicoli ibridi o elettrici presenti alla kermesse.

In quest’ultima categoria rientra a pieno titolo Cadillac ELR, che ha il compito mettere in chiaro un concetto: è possibile realizzare un’auto elettrica con zero emissioni senza per forza di cose rinunciare al lusso. Già avvistata all’inizio dell’anno in occasione del Salone di Detroit, la coupé eredita gran parte del proprio design dalla concept car Converj mostrata negli anni scorsi da General Motors. Una linea ribassata, a tratti spigolosa, arricchita da elementi che strizzano l’occhio agli amanti dello stile futuristico (in primis i fari posteriori). Grande cura è stata riposta anche nella realizzazione degli interni, con l’impiego di rivestimenti in pelle, legno e microfibra.

Dal punto di vista motoristico, la vettura può beneficiare della tecnologia EREV già vista in azione sulla Chevrolet Volt. In sintesi, il propulsore elettrico è affiancato da un motore a benzina da 1,4 litri, il cui compito principale non è quello di trasmettere il moto alle ruote, bensì di ricaricare la batteria agli ioni di litio da 16,5 kWh, aumentando così l’autonomia totale fino a 480 Km. Volendo, attraverso la modalità di guida Hold Mode, il conducente può scegliere quale dei due propulsori impiegare.

Insomma, sebbene si possa parlare di un’auto elettrica a tutti gli effetti, Cadillac ELR equipaggia anche un motore a scoppio per risolvere quella che resta la problematica più grande dei veicoli a batteria: l’autonomia. Integrato anche un sistema che genera rumore, utile per avvisare pedoni e ciclisti del proprio arrivo, oltre a tecnologie per le connessioni a banda larga e la fruizione dei servizi OnStar. Il debutto sul mercato è fissato per il 2015.