QR code per la pagina originale

Fastweb, accordo con Bologna per la fibra ottica

Fastweb stringe un accordo con il comune di Bologna per terminare la posa della fibra. Entro agosto la banda ultralarga raggiungerà il 90% dei cittadini

,

Fastweb ha raggiunto un importante accordo con la città di Bologna per il completamento della sua rete in fibra ottica che consentirà di portare la banda ultralarga in tutti i quartieri della città. L’obbiettivo di Fastweb è quello di offrire entro il mese di agosto a oltre il 90% delle famiglie e delle imprese bolognesi connettività internet con velocità vicine ai 100 Mbit in download e 10 Mbit in upload.

Bologna è stata fra le prime città in cui Fastweb ha portato la rete di nuova generazione. Dal 2001, l’azienda ha investito 28 milioni per portare la fibra ottica con tecnologia Fiber to the Home a 108.000 famiglie e imprese, circa il 40% della città. La fibra Fastweb si estende anche alle cittadine di Casalecchio di Reno, San Lazzaro di Savena e copre le zone industrali e commerciali di Castel Maggiore. A Bologna, Fastweb sta posando circa 215 chilometri di fibra ottica che serviranno a collegare circa 650 armadi stradali dotati di elettronica di nuova generazione, raggiungendo in questo modo un totale di 243 mila famiglie e utenze business. La fibra verrà posata per la maggior parte nei cavidotti già esistenti e saranno realizzati solo 22 chilometri di nuovi scavi. L’investimento di Fastweb per realizzare la nuova rete è di oltre 23 milioni di euro.

Soddisfatto dell’accordo Virginio Merola, Sindaco di Bologna, che al riguardo afferma:

La crescita delle infrastrutture tecnologiche di trasmissione dei dati è fondamentale affinché una città possa essere sempre più Smart. L’accordo che firmiamo oggi è dunque molto importante, avere una banda ultra larga che raggiunge la quasi totalità del territorio crea nuove opportunità a chi vive e lavora in città.

Il Comune di Bologna sta favorendo la realizzazione delle opere mettendo a disposizione del progetto il Catasto Elettronico del Sottosuolo, un database contenente il censimento delle infrastrutture tecnologiche esistenti, che consentirà la contrazione di tempi e costi.

Grazie a questo intervento, Bologna diventerà una delle città più cablate e all’avanguardia d’Italia, come sottolinea Sergio Scalpelli, Direttore delle Relazioni Esterne e Istituzionali di Fastweb:

La nuova infrastruttura renderà Bologna una delle città più cablate d’Italia, consentendole di raggiungere e superare gli obiettivi posti dall’Agenda digitale europea. La nuova infrastruttura di rete abiliterà nuovi servizi della Pubblica amministrazione e aumenterà la competitività delle imprese del territorio.

Fonte: Fastweb • Immagine: BtBoresette • Notizie su: