QR code per la pagina originale

Apple brevetta il pedometro smart: è per iWatch?

Nel brevetto di un pedometro Apple si intravede iWatch: un dispositivo smart per lo sport, capace di compensare gli errori nel tracciare i movimenti.

,

Un nuovo brevetto Apple apre le porte alle funzioni di iWatch, senza però parlare esplicitamente dello smartwatch targato mela morsicata. Si tratta di un pedometro smart, un dispositivo particolarmente intelligente per tenere traccia dell’attività fisica degli sportivi. Un altro indizio che dimostra come il futuro di Apple non sia solamente biometrico, ma soprattutto indossabile.

Dal punto di vista estetico, il device illustrato nel brevetto Apple non è altro che un pedometro da polsino, così come i tanti già disponibili sul mercato. Quelle che cambiano, però, sono le funzioni: grazie a speciali sensori e a complessi algoritmi, il device non solo riesce a identificare la sua posizione sul corpo dell’utilizzatore, ma è in grado anche di compensare ai passi eventualmente non conteggiati o altri movimenti del colpo per sbaglio considerati come uno spostamento.

Il cuore di questa tecnologia è davvero complesso: senza pretesa di essere esaustivi, si può dire che il pedometro in salsa mela vedrà l’inclusione di un accelerometro a tre assi, a cui si aggiungono sensori della magnitudo del movimento, di gravità, di posizione, d’accelerazione e spostamento nello spazio. Il tutto per comprendere la forza direzionale dell’utente, così da discriminare tra passi veri e propri e altri movimenti. I dati raccolti dai sensori sono elaborati da speciali algoritmi, pensati per analizzare costantemente il picco della forza e dello spostamento degli arti, per ridurre al minimo l’eventualità di un errore.

È molto improbabile che Apple decida di offrire al pubblico un semplice pedometro, di conseguenza la tecnologia verrà quasi certamente inclusa in un dispositivo dalle funzioni più complete. Il rimando a iWatch è di conseguenza immediato, proprio perché l’orologio di Cupertino pare sarà fortemente incentrato alla salute, all’attività fisica e allo sport anche agonistico. Il tutto con le doverose riserve, perché sono pochi i brevetti Apple che hanno poi trovato un’effettiva trasposizione reale dopo la loro registrazione. Non resta che attendere il prossimo autunno, quando si vocifera iWatch verrà finalmente presentato.