QR code per la pagina originale

Giochi a noleggio su PlayStation Store?

Proseguono i test di Sony in vista del lancio per il servizio PlayStation Now: oggi su PS Store sono comparse alcune opzioni per il noleggio dei videogame.

,

Il servizio PlayStation Now debutterà negli Stati Uniti entro la fine dell’anno, per poi giungere in un secondo momento anche in Europa. La piattaforma, annunciata in via ufficiale al CES 2014, è stata realizzata da Sony sulla base della tecnologia acquisita da Gaikai, per portare lo streaming dei titoli videoludici sui televisori degli utenti. A quanto pare, il gruppo giapponese sta procedendo a passo spedito con la fase di test necessaria prima del lancio.

L’ennesima testimonianza arriva oggi nella forma dell’immagine allegata di seguito. All’interno della scheda di alcuni giorni presenti nel negozio PlayStation Store, compreso Catherine di Atlus, sono comparse nuove opzioni per il noleggio: più precisamente dalla durata di un giorno, una settimana oppure un mese. Al momento tutte sono contraddistinte dall’etichetta “free”, quindi “gratuito”, ma non risultano funzionanti. Difficilmente Sony offrirà l’affitto dei titoli senza richiedere alcuna spesa, a meno di non optare per una sottoscrizione a PS+. L’azienda non ha per il momento rilasciato alcun commento sulla fuga d’informazioni.

Il titolo Catherine e le opzioni per il noleggio in fase di test su PlayStation Store

Il titolo Catherine e le opzioni per il noleggio in fase di test su PlayStation Store (immagine: IGN).

Come già detto a gennaio, per utilizzare PlayStation Now sarà necessario disporre di una connessione Internet da almeno 5 Mbps, un quantitativo di banda necessario a garantire la fluidità delle immagini inviate dai server al televisore dell’utente, senza eccessivo lag. Un requisito che potrebbe mettere in difficoltà le zone non ancora coperte da ADSL o quelle in cui il servizio è di scarsa qualità. Confermato inoltre che per giocare sarà necessario utilizzare un controller della famiglia DualShock, un vincolo imposto da Sony per far sì che l’esperienza di gioco sia fedele a quella originale e pensata dai team di sviluppo, indipendentemente dalla tipologia di dispositivo impiegata.

Fonte: IGN • Notizie su: