QR code per la pagina originale

Huawei fa marcia indietro: niente telefono dual-OS

Huawei ha cambiato idea: non farà uno smartphone dual-boot, ovvero con doppio sistema operativo (Android e Windows Phone). Colpa di Microsoft e Google?

,

Huawei ha cancellato i propri piani relativi al lancio di uno smartphone dual-boot, ovvero capace di eseguire sia Android che Windows Phone. La compagnia ha fatto marcia indietro rispetto alla precedente dichiarazione di un suo dirigente, il quale aveva preannunciato l’arrivo di tale novità.

«Huawei adotta un approccio aperto verso i sistemi operativi mobile per fornire una gamma di scelte per i consumatori», ha dichiarato la compagnia a FierceWireless. «Tuttavia, la maggior parte dei nostri prodotti sono basati sul sistema operativo Android, e in questa fase non ci sono piani per lanciare uno smartphone dual-OS nel prossimo futuro». La casa produttrice continuerà comunque a collaborare con Microsoft, considerato «ancora un partner globale fondamentale. Finché i consumatori continueranno a chiedere di Windows, continueremo a fornirglielo».

Huawei rilascerà nuovi smartphone con cuore Windows Phone nel corso dell’anno ma il progetto con doppio sistema operativo è stato cancellato: le motivazioni dietro tale scelta non sono state rese note seppur un portavoce della compagnia si sia limitato a dichiarare che Huawei ha cambiato i suoi piani a fine febbraio, dopo il Mobile World Congress 2014 di Barcellona. Il perché non si sa ma è questa una mossa identica a quella appena fatta anche da ASUS, che ha dovuto rinviare a tempo indeterminato il proprio dispositivo dual-OS, progettato per eseguire sia Android che Windows 8.1.

Secondo le indiscrezioni, ASUS sarebbe stata costretta da Microsoft e Google ad abbandonare tale progetto. L’idea non sarebbe piaciuta a Microsoft perché un dispositivo del genere consentirebbe ad Android di avvicinarsi al mondo business, quel settore in cui Windows domina incontrastato, e al contempo Google ha probabilmente paura che il dual-boot possa dar modo alla rivale di guadagnare una quota del mercato mobile, dove Android è leader. Possibile dunque che sia la stessa la motivazione che ha spinto Huawei a rinunciare il progetto, sebbene non vi sia nulla di ufficiale.

Fonte: FierceWireless • Via: SlashGear • Immagine: Flickr • Notizie su: