QR code per la pagina originale

Una migliore Apple TV grazie a Comcast?

Apple starebbe trattando con Comcast per migliorare la qualità della connessione del proprio servizio di streaming video attraverso la Apple TV.

,

Apple starebbe cercando di siglare un accordo con Comcast che le permetterebbe di sfruttare le tecnologie web via cavo dell’importante provider statunitense, per fornire ai propri clienti una maggiore qualità della connessione quando utilizzano il set-top-box Apple TV. Lo rivela il Wall Street Journal attraverso un rapporto diramato in queste ore.

L’azienda guidata da Tim Cook starebbe dunque trattando con uno dei più grandi provider web via cavo per migliorare la qualità dei propri servizi di streaming video da fruire sulla Apple TV. Come infatti segnalato all’interno del report, «l’obiettivo di Apple sarebbe quello di garantire ai propri clienti una connessione stabile, rimuovendo i fastidiosi buffer durante lo streaming video e rendendo così il proprio servizio multimediale della stessa qualità di una normale trasmissione TV di Comcast», anche durante gli orari di punta, quando solitamente si connesse un grande flusso di utenza e si verifica dunque una congestione.

Una componente chiave della trattativa avrebbe a che fare con la consegna dei contenuti video: secondo il Wall Street Journal, la casa di Cupertino non avrebbe chiesto un trattamento preferenziale sui cavi di Comcast, piuttosto avrebbe proposto alla potenziale partner di «trattare i flussi video come un “servizio gestito” che viaggia su Internet attraverso il formato protocollo – simile al video-on-demand via cavo o al servizio telefonico». Questo particolare dettaglio sarebbe fondamentale per un qualsiasi potenziale accordo con Comcast.

Ottenere il sostegno di Comcast darebbe ad Apple un’enorme spinta nella promozione del proprio set-top-box, poiché lo renderebbe migliore e simile ai servizi di video-streaming a cui i clienti sono già abituati, soprattutto negli USA. A ogni modo, la trattativa sarebbe ancora in una fase preliminare e piuttosto lontana dall’esser conclusa, pertanto non è ancora chiaro se l’accordo potrebbe esser siglato prima del lancio della prossima generazione di Apple TV. Inoltre non si ha attualmente alcuna informazione se i benefici derivanti dalla partnership con Comcast riguarderebbero solo il territorio statunitense oppure anche quello europeo.

C’è comunque chi è scettico circa tale potenziale partnership. Da quando infatti si è fusa con la NBC, Comcast è stata soggetta a condizioni rigide circa il modo in cui tratta con la concorrenza e un accordo speciale con Apple potrebbe mettere a rischio l’operato del provider stesso.

Fonte: Wall Street Journal • Via: GigaOM • Immagine: Tibaud.de • Notizie su: Apple TV, ,