QR code per la pagina originale

Google Play: la scheda “Persone” su Android

Google sta introducendo sulla versione Android del Play Store la nuova sezione "Persone", per vedere le app consigliate e recensite dai conoscenti.

,

È di nuovo tempo di cambiamenti per Google Play, a pochi giorni dall’introduzione della pagina “Le mie attività” sulla versione Web della piattaforma. Oggi tocca all’applicazione per smartphone e tablet Android accogliere una sezione inedita, chiamata “Persone” (“People” in lingua inglese). Per chi ancora non la dovesse trovare all’interno del menu laterale, niente panico: il rollout ha già preso il via, ma come spesso accade in questi casi potrebbe impiegare alcuni giorni prima di poter raggiungere tutti i territori.

La sua funzionalità è presto spiegata: serve per vedere quali sono le app preferite dei propri conoscenti, quelle per le quali sono state scritte recensioni e quelle votate con un +1. Ovviamente la feature è legata a doppio filo con il social network Google+, permettendo così di ricevere consigli su cosa scaricare dai contatti inseriti nelle cerchie. Di seguito alcuni screenshot pubblicati dalla redazione di Android Authority, che mostrano l’interfaccia delle nuova scheda. Per accedervi, come già detto, basterà un tap sull’apposita voce che comparirà nel menu laterale, tra le opzioni “La mia lista desideri” e “Codice promozionale”, quest’ultima utile per riscattare il credito delle carte regalo da qualche giorno in vendita anche nel nostro paese.

La scheda "People" (con tutta probabilità "Persone" nella versione italiana) inclusa da Google nell'applicazione Play Store per dispositivi Android

La scheda “People” (con tutta probabilità “Persone” nella versione italiana) inclusa da Google nell’applicazione Play Store per dispositivi Android (immagine: Android Authority).

Attendiamo di poter mettere le mani sulla nuova feature per testarla a fondo. Nel momento in cui viene scritto questo articolo non risulta ancora disponibile per la versione 4.6.17 di Google Play su smartphone Android, mentre il rollout ha già interessato tutti gli Stati Uniti. Non resta dunque che avere un po’ di pazienza.

Fonte: Android Authority • Notizie su: