QR code per la pagina originale

Samsung HU8500, il Curved TV UHD messo alla prova

Samsung ha presentato la nuova gamma di TV curvi UHD nella seda milanese di Eataly Smeraldo per sottolineare il forte legame tra design e innovazione.

,

L’altissima risoluzione non è il solo trend del momento nel mondo dell’intrattenimento domestico. Infatti, un’altra innovazione si sta affacciando nel mondo dei TV: la curvatura dello schermo. Ora Samsung propone questa innovazione unita alla risoluzione UHD 4K, per portare l’esperienza utente su un nuovo e superiore livello in fatto di coinvolgimento, immersione nella scena e visione più uniforme.

Queste sono le motivazioni dietro alla scelta di Samsung, il primo brand a varcare la soglia dei 4K con i pannelli curvi della famiglia HU8500, già visti sul primo TV curvo commercializzato in Italia da parte di LG (ma solo Full HD).

Sono tre i modelli disponibili della serie HU8500: si parte dal 55” per arrivare al 78” passando per il taglio intermedio da 65 pollici. Tutti presentano il nuovo Aero Design, dalle linee essenziali e sinuose, che mettono in primo piano lo schermo curvo. Rispetto all’altrettanto nuova serie di TV curvi H8000, con risoluzione Full HD, qui l’idea di minimalismo è ai massimi livelli, con una base a basso profilo che esalta ancora di più la raffinatezza dell’insieme.

I prezzi di listino sono di 3.499 e 5.499 euro rispettivamente per i modelli da 55 e 65 pollici, disponibili a partire dal 12 aprile, mentre per il top di gamma da 78” arriverà al momento della sua introduzione sul mercato.

Specifiche

Le specifiche sono di livello assoluto e non potrebbe essere altrimenti: pannello LCD LED Edge curvo, abbinato al sistema 1.000 Hz Clear Motion Rate e alla retroilluminazione controllata dalla tecnologia UHD Dimming. Quest’ultima è un’evoluzione della Micro Dimming Ultimate impiegata sui pannelli Full HD, ottimizzata secondo la diagonale dello schermo: opera su 864 e 720 blocchi, rispettivamente per i pannelli da 65 e 55 pollici.

Due sono le novità importanti, introdotte da Samsung per esaltare il senso di profondità e il realismo dei colori. Sono rispettivamente l’algoritmo proprietario Auto Depth Enhancer, che analizza la sorgente e ne regola in modo automatico il contrasto, e la tecnologia PurColor, che aumenta i punti di regolazione dei colori.

Galleria di immagini: Samsung HU8500, le foto

Inoltre Samsung è da sempre una promotrice delle Smart TV, quindi non può mancare un ricco corredo di funzioni multimediali sostenuto da un processore Quad Core+, dalle performance superiori a quelli impiegati sull’alta gamma 2013. Il motore grafico è alla base anche della parte di elettronica che si occupa del cosiddetto upscaling dei contenuti non 4K (dalla TV standard al Full HD) alla risoluzione dello schermo. Questa è particolarmente raffinata, operando in quattro fasi distinte: analisi del segnale in ingresso; riduzione del rumore video; upscaling; aumento del dettaglio. La piattaforma Smart TV, invece, vede un’interfaccia rinnovata, anche per fare fronte alla superiore risoluzione del 4K, e una maggiore integrazione tra televisore e dispositivi esterni.

Esperienza avvolgente

Quando si è di fronte al TV curvo Samsung HD8500 si nota subito un aspetto: l’immersione totale nella scena. Questa segue immediatamente il piacere di stare davanti a un televisore sempre più vicino a un oggetto di design, tanto è esteticamente riuscito.

Una volta acceso, si nota subito l’organizzazione dei contenuti accessibili pressoché perfetta, su cinque pagine (My On TV, Film & Serie TV, Multimedia, Game, Apps) con un browser integrato ben concepito. La funzione Multi Link diventa particolarmente interessante su uno schermo di così ampia risoluzione, potendo suddividerlo in quattro aree distinte per un multi tasking efficiente, grazie anche al supporto del rinnovato processore quad core.

Le clip demo realizzate da Samsung, l’unico modo per godere dell’altissima risoluzione in attesa di contenuti nativi, permettono di fare le prime valutazioni sul connubio tra pannello curvo e 4K. Una volta che lo spettatore è collocato alla giusta distanza e perfettamente al centro, l’immersione nella scena raggiunge livelli mai visti prima. L’esperienza è eccezionale, grazie anche al prezioso supporto delle tecnologie integrate che si occupano della fluidità dei contenuti visualizzati sullo schermo. Solo i colori appaiono troppo vivaci e saturi, ma agendo sui menu dedicati si raggiunge un maggiore realismo e naturalezza.

Anche l’upscaling di fonti HD è efficace, con artefatti digitali ridotti all’essenziale e percepibili sono nelle scene scure.

Il TV Samsung HU8500 abilita anche il 3D attivo, che però non è stato possibile verificare durante questo primo approccio.

Espandibilità garantita

Quello che passa inosservato, ma è in grado di garantire una sicura vita futura al Samsung HU8500, è il sistema scelto da Samsung per integrare le interfacce esterne. L’approccio Evolution Kit, già impiegato sull’alta gamma Full HD nel 2013, arriva a un nuovo step evolutivo, chiamato One Connect: non più un box da collocare sul retro, ma una vera e propria centralina esterna.

One Connect integra ora connessioni, hardware, software e processore. Così, nel caso si rendessero disponibili nuovi Codec, interfacce HDMI, porte di comunicazione A/V, o anche solo un nuovo standard USB, basterà sostituire il box esterno per aggiornare il televisore.

Un aspetto secondario dell’approccio Evolution Kit di Samsung è quello di rendere le linee ancora più pulite, con un singolo cavo che esce dal pannello posteriore e che arriva al box esterno One Connect.

Notizie su: ,