QR code per la pagina originale

Il “Let Me Google That For You Act” al Senato USA

Due senatori USA a favore della chiusura del National Technical Information Service, con la proposta di legge chiamata "Let Me Google That For You Act".

,

Non è solo l’Italia ad essere impegnata per ridurre gli sprechi nella Pubblica Amministrazione. Lo stesso sta accadendo anche oltreoceano, come dimostrano una serie di proposte formulate al Senato degli Stati Uniti. Una di queste mira ad abolire il National Technical Information Service, un’agenzia che agisce all’interno del Dipartimento del Commercio a stelle e strisce, il cui compito principale è quello di immagazzinare e gestire informazioni scientifiche e tecnologiche, mettendole poi a disposizione quando necessario.

Una pratica da più parti definita inutilmente costosa per i contribuenti (fino a 100 dollari per ogni query) e sostituibile nella maggior parte dei casi con i motori di ricerca disponibili gratuitamente sul Web. È per questo motivo che il repubblicano Tom Coburn e la democratica Claire McCaskill hanno redatto una proposta di legge bipartisan dal titolo piuttosto provocatorio: Let Me Google That For You Act. Il riferimento è ovviamente al sito lmgtfy.com, che spesso viene utilizzato in Rete per far notare ad un navigatore quanto sia semplice approfondire un determinato argomento affidandosi al servizio di bigG. Se approvata in fase di votazione, la norma eliminerebbe di fatto il NTIS e spingerebbe i senatori ad affidarsi alle risorse online per trovare quanto cercato.

Homepage del sito "Let Me Google That For You", in italiano "Te lo cerco io su Google"

Homepage del sito “Let Me Google That For You”, in italiano “Te lo cerco io su Google”

Va comunque precisato che lo scopo del NTIS non è quello di effettuare delle tradizionali ricerche sul Web, ma di gestire un database di informazioni (accessibili su richiesta e a pagamento) che possano dare supporto alle realtà legate con il governo. Ecco quanto si legge nell’atto costitutivo, datato 1991.

NTIS serve gli Stati Uniti come un deposito centrale di informazioni scientifiche, tecniche e ingegneristiche legate al governo, assicurando così ad aziende, biblioteche, università e al pubblico l’accesso ad oltre 2,5 milioni di pubblicazioni su oltre 350 argomenti. L’obiettivo principale è quello di fornire supporto al Dipartimento del Commercio, per promuovere la crescita economica del paese, fornendo informazioni che sappiano stimolare l’innovazione e la scoperta.