QR code per la pagina originale

DCRS, ricarica wireless fino a 5 metri

Ricercatori coreani hanno progettato un sistema di ricarica senza fili che permette di alimentare dispositivi posizionati fino a 5 metri di distanza.

,

Quasi tutti i dispositivi mobile moderni sfruttano lo standard WiFi per la connessione ad Internet, ma tutti devono essere ricaricati utilizzando un cavo. I ricercatori e gli ingegneri sono al lavoro da diversi anni per eliminare quest’ultimo vincolo, sviluppando un sistema di trasferimento dell’energia senza fili. Sebbene alcuni smartphone supportino la ricarica wireless, la distanza dall’emettitore deve essere ridotta. Chun Rim, professore del Korea Advanced Institute of Science and Technology (KAIST), ha progettato una tecnologia di ricarica wireless induttiva che può alimentare un dispositivo fino a 5 metri di distanza.

Il Dipole Coil Resonant System (DCRS) dei ricercatori coreani è basato su due bobine (trasmettitore e ricevitore), la prima genera il campo magnetico e trasferisce l’energia alla seconda posta a 5 metri di distanza. Il sistema offre una maggiore efficienza rispetto ad una simile soluzione sviluppata dal MIT del 2007, denominata Coupled Magnetic Resonance System (CMRS), che tra l’altro permetteva la ricarica fino a 2,1 metri. Il CMRS richiedeva quattro bobine ed elevate frequenze (dell’ordine dei 10 MHz). Inoltre, le bobine erano molto sensibili alla temperatura e all’umidità.

Il DCRS invece è composto solo da due dipoli magnetici di dimensioni inferiori (3 metri in lunghezza, 10 centimetri in larghezza e 20 centimetri in altezza), lavora ad una frequenza compresa tra 20 e 100 kHz ed è 20 volte in meno sensibile ai cambiamenti di temperatura e umidità. A 20 kHz, la potenza massima è 1.403 Watt a 3 metri di distanza, 471 Watt a 4 metri e 209 Watt a 5 metri. Nel caso di trasferimento di 100 Watt di potenza, l’efficienza massima si ottiene a 3 metri (36,9%), mentre a 5 metri scende al 9,2%. Come si può vedere nel video, alla massima distanza è possibile alimentare una TV LED e tre ventilatori da 40 Watt.

In futuro potrebbero essere create delle Wi-Power zone in cui i dispositivi mobili vengono caricati automaticamente, senza usare cavi. Gli utenti potranno così usarli senza rischiare di scaricare la batteria. Ci vorranno però molti anni prima di raggiungere questo obiettivo. È necessario infatti ridurre la dimensione del sistema e i costi di produzione, attualmente molto elevati.

Fonte: ExtremeTech • Notizie su: