QR code per la pagina originale

Buon compleanno Game Boy: compie 25 anni

Il Game Boy ha appena compiuto 25 anni: Nintendo la rilasciò originariamente il 21 aprile 1989, pubblicando una console entrata a far parte della storia.

,

Il Game Boy ha appena compiuto 25 anni. Anche se è arrivato in Italia solo alla fine del 1990, l’innovativa console portatile di Nintendo è stata rilasciata originariamente in Giappone il 21 aprile 1989, riuscendo quasi immediatamente a cambiare per sempre il modo di guardare ai videogame, e anche ai gadget portatili.

Proprio con il Game Boy, venticinque anni fa Nintendo è riuscita a dimostrare che è possibile giocare in mobilità, ovunque ci si trovi: è un qualcosa che oggi si dà per scontato soprattutto per via delle possibilità offerte da smartphone e tablet, ed è appunto stata tale console a spianare la strada ai gadget portatili. Il Game Boy ha avuto una lunga vita: è stato un successo sin dal lancio e, insieme al suo successore, il Game Boy Colour, e alle altre riedizioni è riuscito a raggiungere quota ben 118.690 milioni di unità vendute. È stato inoltre ridisegnato nel 1996 e nel 1998, giungendo sotto il nome di Game Boy Pocket e Game Boy Light (in Giappone), e nel 2001 con il Game Boy Advance.

Rapidamente superato in termini hardware dai diretti rivali di SEGA (Game Gear) e di Atari (Lynx), il Game Boy originale è riuscito a riscuotere un successo incredibile soprattutto grazie a due fattori, ovvero a una killer application qual è Tetris e un’autonomia straordinaria per quei tempi, che arrivava fino a trenta ore d’uso. Non era il primo dispositivo di gioco portatile sul mercato, ma rappresenta indubbiamente un pezzo della storia dei videogiochi.

Il Game Boy è una delle console più vendute di sempre, solo infatti PlayStation 2 e Nintendo DS riescono a superarlo per unità vendute. Sono ben 501 milioni le copie dei giochi distribuite al pubblico per tale handheld: il campione d’incassi è naturalmente il Tetris (35 milioni), seguito da Pokémon Rosso, Blu e Verde (23,64 milioni) e da Pokémon Oro e Argento (23 milioni). Infine alcune curiosità che riguardano proprio il dispositivo di Nintendo:

  • Prima console nello spazio: Aleksandr A. Serebrov la portò con sé nel 1993, nella stazione spaziale MIR;
  • aveva un nome diverso in Corea, dove giunse come Mini Comboy. Era venduta in licenza da Samsung;
  • aveva una resistenza straordinaria tanto da esser sopravvissuta addirittura a una bomba lanciata durante un’attacco nella prima Guerra del Golfo;
  • aveva la fotocamera più piccola al mondo (la Game Boy Camera).

Venticinque anni dopo, non è difficile capire quale sia stata la formula che ha reso il Game Boy così indimenticabile e iconico: è un prodotto che è riuscito a conquistare sia i più piccoli che gli adulti, grazie a un costo accessibile (89,99 dollari al lancio), a una ottima autonomia e resistenza, e soprattutto a un bundle di giochi perfetti per ogni occasione.

Fonte: Nintendo • Via: GameSpot • Immagine: Flickr • Notizie su: , ,