QR code per la pagina originale

Nokia diventerà di Microsoft il 25 aprile

Microsoft ha annunciato che l'acquisizione della divisione Devices and Services di Nokia sarà completata a partire dal 25 aprile

,

Microsoft ha annunciato di aver completato tutti i passi necessari per finalizzare l’acquisizione della divisione Devices and Services di Nokia. Dal 25 aprile prossimo dunque, la divisione Devices and Services di Nokia diventerà ufficialmente parte a tutti gli effetti della famiglia Microsoft. Un annuncio che va a rispettare l’obiettivo di concludere l’iter dell’operazione entro la fine di aprile dando origine alla divisione “Microsoft Mobile” in cui convergeranno le attività del gruppo acquisito.

Un processo di acquisizione lungo, quindi, che ha richiesto infatti molto tempo per essere definito in ogni dettaglio. Sia Microsoft che Nokia hanno infatti chiesto ed ottenuto l’approvazione da parte delle authority di 15 mercati nei cinque continenti, tra cui la Commissione Europea e il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. Un processo di approvazione che si è dilungato però soprattutto in alcuni Paesi asiatici come l’India, dove Nokia era accusata di presunta evasione fiscale. Ma adesso tutto è stato risolto e Microsoft può finalmente completare l’acquisizione di Nokia, che significa poter diventare a tutti gli effetti produttore di smartphone con la possibilità di poter disporre anche del marchio Lumia.

Gli accordi dell’acquisizione prevedono inoltre il versamento da parte di Microsoft nel casse di Nokia di 5,44 miliardi di euro: 3,79 miliardi per l’acquisto della divisione hardware e 1,65 miliardi per l’intero portfolio brevetti.

Speciale: Windows Phone 8.1

Microsoft e Nokia, nel definire tutti i dettagli dell’acquisizione, hanno anche modificato alcuni dettagli rispetto alla prima stretta di mano tra Steve Ballmer e Steven Elop. A partire dal 25 aprile, sebbene l’accordo originale non prevedesse dettagli per quanto riguarda le attività online, Microsoft andrà a gestire direttamente il sito Nokia.com e tutte le attività dei social media per un anno. Inoltre, l’accordo è stato modificato affinché i 21 dipendenti Nokia della sede cinese continuino a lavorare sullo sviluppo dei cellulare anche sotto Microsoft. Infine, l’accordo iniziale prevedeva che Microsoft acquisisce la struttura produttiva di Nokia in Corea: tale accordo è stato modificato e la struttura non sarà più acquisita.

Con l’effettiva entrata di Nokia nella grande famiglia Microsoft, Stephen Elop, CEO Nokia, assumerà il ruolo di Vice Presidente della divisione Devices and Studios.