QR code per la pagina originale

Steve Jobs, il più influente degli ultimi 25 anni

Per festeggiare i suoi 25 anni di fondazione, CNBC ha eletto Steve Jobs come uomo più influente per business e cultura dell'ultimo quarto di secolo.

,

Per celebrare i 25 anni dalla sua fondazione, CNBC ha deciso di festeggiare pubblicando la lista dei 25 più influenti personaggi degli ultimi 25 anni, ovviamente con riferimento al mondo del business e all’universo della tecnologia. E il primo della lista è proprio Steve Jobs, il co-fondatore di Apple capace di far risorgere l’azienda dalle sue stesse ceneri.

Limitare la potenza di Steve Jobs alla storia di Apple, di cui il compianto iCEO ne è stato il simbolo per quasi 30 anni, sarebbe per l’emittente riduttivo. Secondo CNBC, infatti, Jobs è stato il soggetto che più ha contribuito a modificare la cultura del prodotto in un business sempre più orientato alla persona. Allo stesso tempo, è riuscito a cambiare la vita dei consumatori avvicinandoli alla tecnologia. Così spiega:

«Il suo genio creativo non ha rivoluzionato solo la sua azienda e i suoi prodotti, ma qualsiasi cosa, dalla musica ai film fino agli smartphone. Ha fornito una piattaforma affinché gli altri potessero distribuire applicazioni, generando innovazione e portandola in una più ampia sfera. Il co-fondatore di Apple è al primo posto della nostra lista dei 25 leader trasformativi, icone e ribelli dell’ultimo quarto di secolo. Più di ogni altro membro del nostro gruppo di straordinari imprenditori e dirigenti, la sua visione ha spinto il cambiamento ben oltre la sua industria e ha imposto uno stampo indelebile per una cultura più ampia.»

Per stilare la propria lista, la redazione di CNBC si è concentrata sulle strategie industriali, senza però lasciarsi traviare dall’eventuale successo personale o dai miliardi di dollari raccolti negli anni. Oltre ad aver escluso politici e presidenti dall’elenco, il focus è stato sulla capacità di produrre innovazione, cultura e influenza commerciale ben oltre al proprio settore di appartenenza, contagiando un universo multiforme fatto di prodotti ma anche di musica, televisione, spettacoli, movimenti di pensiero, progetti umanitari e molto altro ancora. Così alla seconda posizione si piazza Bill Gates, il rivale storico dell’iCEO, e c’è spazio anche per Mark Zuckerberg, Oprah Winfrey, i leader di Google Sergey Brin, Larry Page ed Eric Schmidt, a cui si aggiunge addirittura la cuoca-imprenditrice Martha Stewart.

Fonte: CNBC • Via: MacRumors • Immagine: Bloomua via Shutterstock • Notizie su: , ,