QR code per la pagina originale

Basta una inkjet per stampare i circuiti

Microsoft ha realizzato un kit per la realizzazione di circuiti con componenti adesivi e collegamenti stampati da una normale inkjet.

,

Il sogno di tutti i maker: stampare circuiti elettronici in pochi minuti. Ciò potrebbe presto diventare realtà grazie a Microsoft. Uno dei progetti di ricerca in corso nei laboratori dell’azienda di Redmond prevede la realizzazione di semplici circuiti, utilizzando solo una stampante a getto d’inchiostro, un inchiostro conduttivo e carta fotografica. Sembra finita quindi l’era delle piastre millefori, dei pennarelli e del cloruro ferrico.

Negli ultimi mesi sono state annunciate diverse soluzioni adatte a soddisfare le esigenze degli appassionati di elettronica. La più nota è sicuramente Circuit Scribe, una penna che permette di disegnare i circuiti sulla carta. Più recentemente è stato presentato un accessorio – un estrusore a siringa – per stampanti 3D, denominato Rabbit Proto. Durante la conferenza CHI 2014 di Toronto, Microsoft ha mostrato un kit composto da circuit sticker, carta fotografica e inchiostro conduttivo.

I componenti del circuito, ad esempio batterie, pulsanti e accelerometro, vengono quindi incollati sulla carta, utilizzando un nastro biadesivo sviluppato da 3M, che lascia passare la corrente solo sull’asse z. I collegamenti tra i singoli componenti vengono stampati con una inkjet. L’inchiostro conduttivo è stato fornito da Mitsubishi che, al momento, ha un costo piuttosto elevato (500 dollari per un flacone da 50 ml).

L’utente non dovrà fare altro che disegnare il circuito sul computer e stamparlo. Ovviamente, questa tecnica non permette di ottenere circuiti complessi. L’uso della carta come supporto offre però la possibilità di creare circuiti flessibili. Trattandosi di un progetto di ricerca, non è noto se e quando il kit arriverà sul mercato.

Fonte: Computer World • Notizie su: ,