QR code per la pagina originale

Facebook, login anonimo per app di terze parti

Facebook ha aggiornato la funzione Login. L'utente può usare un'app in modo anonimo e scegliere i singoli permessi per le informazioni da condividere,

,

Durante la conferenza F8 riservata agli sviluppatori, Facebook ha annunciato numerose novità in ambito mobile. La più importate riguarda la funzione Login, utilizzata dagli utenti per l’accesso alle app di terze parti, sfruttando i dati del proprio profilo sul social network. Finalmente ora è possibile effettuare il login anonimo, senza condividere le informazioni personali. Inoltre, è disponibile un pagina che permette di selezionare i permessi in maniera granulare.

Da sempre Facebook riceve critiche che riguardano il rispetto della privacy. Con la novità annunciata a fine aprile, l’azienda di Manlo Park intende offrire un maggiore controllo dei propri dati personali. Mark Zuckerberg ha dichiarato che «molte persone hanno paura di premere il pulsante blu». Grazie al login anonimo, gli utenti che non si fidano delle app di terze parti o che non vogliono “spammare” i loro amici, non dovranno più condividere i propri dati personali con l’azienda o lo sviluppatore che hanno realizzato l’applicazione. Si potrà comunque beneficiare dei vantaggi offerti da Facebook Login, come evitare l’uso della coppia username/password e sincronizzare i dati tra più dispositivi.

Successivamente, dopo aver testato l’app, sarà possibile condividere le informazioni personali. In questo caso, l’utente vedrà un nuovo pannello per il controllo selettivo dei permessi. L’applicazione mostrerà un collegamento dal quale si accede all’elenco dei dati. Solo il profilo pubblico è obbligatorio (nome utente, età, sesso, foto, ecc.). La condivisione delle altre informazioni può essere disattivata. Ad esempio, l’utente può concedere il permesso di accesso all’indirizzo email e vietare invece l’accesso alla lista degli amici, al giorno del compleanno e ai like. La nuova versione di Facebook Login chiede inoltre il permesso di pubblicare sul social network.

Fonte: Facebook • Notizie su: , ,