QR code per la pagina originale

Google Now anche su Chrome OS

Annunciato l'arrivo di nuove funzionalità per il sistema operativo Chrome OS: si tratta di Google Now e del supporto offline per i contenuti Google Play.

,

Il gruppo di Mountain View continua a puntare sul sistema operativo Chrome OS, equipaggiato su tutti i dispositivi della linea Chromebook e che di recente ha fatto il suo debutto anche su dispositivi di natura differente, come alcuni all-in-one. Questa mattina, in occasione di un evento organizzato in collaborazione con Intel, il motore di ricerca ha annunciato alcune delle novità che nell’immediato futuro saranno introdotte nella piattaforma, così da renderla ancora più completa, funzionale e versatile.

Si tratta di feature ereditate dall’universo mobile dell’ecosistema Android. La prima riguarda la tecnologia Google Now, ovvero l’assistente virtuale che già da tempo offre informazioni agli utenti di smartphone e tablet, da qualche settimana presente anche nella versione desktop del browser Chrome. Ovviamente sarà garantito il pieno supporto ai comandi vocali, per interagire con i notebook semplicemente parlando, sfruttando il microfono integrato. In questo modo sarà possibile non solo effettuare ricerche online, ma anche eseguire comandi come l’apertura di un documento, consultare le previsioni meteo, inserire un appuntamento nel calendario o avviare la riproduzione di un brano musicale.

Restando in tema di contenuti multimediali, bigG ha confermato anche che i possessori di un Chromebook potranno riprodurre film e musica anche in modalità offline, ovvero salvando i file nella memoria interna per avviarli in un secondo momento. Inizialmente la feature riguarderà i film e gli episodi delle serie TV distribuiti attraverso Google Play Movies, con gli album e le canzoni di Google Play Music interessati successivamente.

Le novità verranno introdotte nel sistema operativo Chrome OS tramite un aggiornamento, il cui rilascio è previsto entro le prossime settimane. Decisamente un passi in avanti per una piattaforma che, nonostante la tendenza negative dell’intero settore PC, si è dimostrata finora capace di conquistare una fetta non indifferente di market share, soprattutto nell’ambito educativo.

Fonte: 9to5Google • Notizie su: ,