QR code per la pagina originale

Nuova console Nintendo per i paesi emergenti

Satoru Iwata ha annunciato che il prossimo anno Nintendo lancerà una nuova console nei mercati emergenti: non sarà una versione "ridotta" di Wii U.

,

Ieri Nintendo ha reso ufficiali i risultati finanziari ottenuti nel corso dell’ultimo anno fiscale, che mettono in luce una situazione tutt’altro che rassicurante per il gruppo. È andata addirittura peggio rispetto alle previsioni, con la piattaforma Wii U che ha raggiunto una base installata pari a 6,17 milioni di unità dal lancio a fine marzo 2014 (32,28 milioni di giochi), mentre l’handheld 3DS ha toccato quota 43 milioni (162,92 milioni di titoli venduti).

Prendendo in considerazione solamente gli ultimi dodici mesi i numeri sono impietosi: 2,7 milioni di Wii U e 12,2 milioni di 3DS. Questo ha causato perdite per 457 milioni di dollari, di gran lunga maggiori rispetto ai 358 milioni dell’anno precedente. I profitti si sono fermati a 5,63 miliardi di dollari (in calo dai 6,26 miliardi del 2013). Per invertire la tendenza Satoru Iwata ha annunciato che, nel corso del 2015, l’azienda lancerà una nuova console nei mercati emergenti. Non si tratterà di una versione rivisitata e più economica di Wii U, ma di un hardware completamente inedito, sul quale purtroppo ancora mancano informazioni concrete.

Vogliamo fare cose nuove, con una concezione nuova, invece di proporre una versione economica di ciò che è già sul mercato. Il prodotto e il prezzo dovranno essere pensati partendo da zero.

Queste le parole del presidente, raccolte dalla redazione di Bloomberg. Proporre una console esclusivamente in determinati territori rappresenta un cambiamento significativo per il business del gruppo, che spera così di poter tornare a combattere ad armi pari con la concorrenza di Sony e Microsoft, almeno dal punto di vista dei numeri. L’unica certezza, al momento, è che la Cina sarà uno dei paesi interessati dall’iniziativa.

Un altro progetto messo in campo nel tentativo di risanare la casse della società prende il nome di Nintendo Figure Platform, una serie di statuette NFC simili a quelle già viste in Skylanders, che potranno essere impiegate per importare i personaggi dei giochi nei titoli compatibili del catalogo 3DS e Wii U. Maggiori informazioni a questo proposito saranno diffuse in occasione dell’E3 2014 del mese prossimo.

Galleria di immagini: Nintendo Wii U: foto