QR code per la pagina originale

Visual Studio diventa multipiattaforma con Cordova

Con l'integrazione della piattaforma Cordova, Visual Studio permette di sviluppare app native per Windows, Windows Phone, iOS e Android.

,

Durante la conferenza TechEd North America, in corso ad Houston, Microsoft ha annunciato numerose novità per gli sviluppatori. La più importante è sicuramente l’integrazione in Visual Studio del supporto per la piattaforma open source Apache Cordova. Si tratta di un set di API che permettono di realizzare app per Windows, Windows Phone, iOS e Android, utilizzando solo HTML, CSS e JavaScript. L’ambiente di sviluppo diventa così un tool multipiattaforma. La versione 2013 Update 2 consente ora di creare app universali per Windows 8.1 e Windows Phone 8.1 (il supporto per Xbox One verrà aggiunto in seguito).

All’inizio di aprile, Microsoft aveva annunciato una partnership con Xamarin per consentire agli sviluppatori .NET di realizzare app native per iOS e Android. Con l’integrazione di Apache Cordova è ora possibile realizzare app mobile ibride multi-device, usando Visual Studio. I progetti possono essere compilati, distribuiti e debuggati, sfruttando dispositivi reali, emulatori e simulatori. Gli sviluppatori possono, ad esempio, verificare le prestazioni e l’uso della memoria su Android 4.4, usare un remote agent per avviare un simulatore iOS su Mac e creare interfacce utente basate su diversi front-end open source.

Cordova permette dunque agli sviluppatori web di sfruttare le proprie competenze per realizzare app ibride multi-device. L’intero workflow viene gestito da Visual Studio. Il simulatore predefinito, Apache Ripple, consente di effettuare il testing nel browser dell’applicazione che verrà successivamente caricata sul dispositivo fisico. L’obiettivo di Microsoft è chiaro: trasformare Visual Studio nel miglior ambiente di sviluppo multipiattaforma.

L’azienda di Redmond ha annunciato anche il supporto per gli Universal Project in Visual Studio 2013 Update 2. Questa funzionalità permette di sviluppare app universali usando XAML/.NET o HTML/JavaScript. Una singola app può essere installata su Windows e Windows Phone. In un futuro aggiornamento verrà incluso anche il supporto per Xbox One.

Fonte: Microsoft • Notizie su: ,