QR code per la pagina originale

Microsoft e Insteon, insieme nella smart home

Insteon ha sviluppato nuove app per Windows 8.1 e Windows Phone 8 che permettono di controllare tutti i dispositivi installati nell'abitazione.

,

In attesa dei primi dispositivi compatibili con Windows for IoT, Microsoft entra per la prima volta nel settore della home automation annunciando una partnership con Insteon, azienda statunitense che offre diverse soluzioni per la domotica. A partire dal 1 giugno, gli utenti potranno scaricare le nuove app per Windows 8.1 e Windows Phone 8 che permetteranno di controllare i device installati nella propria abitazione mediante PC, tablet e smartphone. I prodotti Insteon saranno in vendita anche negli store fisici di Microsoft.

Le app Insteon supporteranno tutte le funzionalità esclusive dei sistemi operativi dell’azienda di Redmond. Le live tile presenti sullo Start screen di Windows 8.1 offriranno aggiornamenti in tempo reale sullo stato dei dispositivi. Gli utenti potranno vedere su tablet o smartphone la propria abitazione attraverso le videocamere installate (anche a schermo intero), impostare la modalità Visitor per bloccare l’accesso ad alcune stanze a bambini o ospiti, controllare più abitazioni con un singolo account e verificare lo stato sulla dashboard.

Insteon ha scelto Windows 8.1 e Windows Phone 8 in quanto la flessibilità delle due piattaforme Microsoft consente di offrire agli utenti un’esperienza d’uso semplice e completa. L’azienda ha tuttavia promesso che verranno rilasciate anche app per Android e iOS, ovviamente senza alcune feature specifiche di Windows, come la live tile.

Nei Microsoft Store sarà possibile acquistare tre kit (Starter, Home e Business), a partire da 199 dollari, e cinque dispositivi standalone (Leak Sensor, Open/Close Sensor, LED Bulb, On/Off Module e Wireless Wi-Fi Camera), con prezzi compresi tra 29,99 e 79,99 dollari.

La tecnologia dual band di Insteon sfrutta sia la rete elettrica esistente nell’abitazione (Powerline) che la comunicazione in radio frequenza (RF), invece della connessione WiFi che vincola la posizione dei dispositivi. Il catalogo dell’azienda californiana contiene oltre 200 smart device, ma le app permettono di controllare anche dispositivi di terze parti, come il termostato Nest.

Fonte: CNET • Notizie su: , ,