QR code per la pagina originale

Google Glass tra ristoranti, privacy e recensioni

Una ragazza indossa gli occhiali Google Glass, entra in un ristorante e le viene chiesto di togliere il dispositivo per questioni legate alla privacy.

,

Google Glass e privacy. Si torna oggi a parlare dell’argomento e di certo la questione sarà affrontata nuovamente in futuro. Gli occhiali di Mountain View integrano una fotocamera in grado di scattare immagini e registrare filmati, oltre ad un microfono per captare il flusso audio: questo, secondo alcuni, potrebbe rappresentare un rischio in alcune situazioni, ad esempio nei luoghi pubblici come i ristoranti. Il risultato è quanto accaduto a New York City.

Il mese scorso Katy Kasmai si è seduta ad un tavolo del Feast, ma anziché ordinare e consumare un pasto se ne è andata poco dopo. Il motivo? Il personale le ha chiesto di togliere Glass, poiché il dispositivo è ritenuto potenzialmente pericoloso per la privacy e in passato alcuni clienti hanno raccontato di non sentirsi a loro agio in sua presenza. Ecco la testimonianza condivisa sul social network G+.

Sono stata per la prima volta in questo posto, Feast, a New York City. Mi è stato chiesto di togliere Google Glass perché i clienti hanno detto in passato di essere preoccupati per la privacy. Non mi era mai successo in un anno con Glass. Me ne sono andata.

Subito dopo la ragazza ha lasciato una recensione negativa al locale su Google, assegnandogli una sola stella e giustificandola con la spiegazione “Domenica pomeriggio non sono stata servita perché indossavo Google Glass”. Hanno seguito il suo esempio altri sostenitori del dispositivo e, in breve tempo, il voto medio assegnato all’attività è stato notevolmente ridotto. Il proprietario del ristorante ha espresso il proprio disappunto con un’intervista rilasciata sulle pagine del blog EV Grieve.

La prima cosa che compare cercando “Feast” su Google è un rating di 3,1 stelle e questo danneggia un ristorante come il nostro. Ci è successo di avere 13 persone, circa la metà di quelle che hanno scritto una recensione, che senza nemmeno mai venire da noi hanno lasciato un voto negativo. È un comportamento scorretto e, tecnicamente, una violazione dei termini di utilizzo imposti da Google per le recensioni.

La vicenda ha fatto in pochi giorni il giro della città (e del Web), tanto che oggi il numero complessivo delle recensioni è salito ad oltre 500, con una valutazione media pari a 4,6 stelle. Da segnalare anche che, tra i testi che accompagnano i voti, in molti applaudono la scelta di voler tenere Google Glass fuori dal locale, a testimonianza di come bigG dovrà lavorare ancora molto su questo aspetto.